Pugni chiusi

Pugni chiusi

Progetto pugilistico nel carcere di Bollate

Scheda

Piattaforma (link a campagna) ProduzionidalBasso
Promoter Alessandro Best
Obiettivo di raccolta 10.000
Scadenza 24-01-2019

Descrizione

Incassare per ripartire. Un po’ come sbagliare prima di capire, quindi riprendere la retta via.
Pugni “Chiusi” nel carcere di Bollate è il progetto pugilistico nato nel 2016, rivolto ai detenuti ospiti nel carcere di bollate.

“Parlare di pugilato è sempre difficoltoso, parlarne in termini di crescita umana e professionale ancora peggio – spiega Mirko Chiari , l’ideatore del progetto per cui collabora anche il maestro Bruno Meloni e Valeria Imbrogno campionessa Mondiale WBC -, soprattutto quando devi raccontare a chi non ha mai preso uno schiaffo il perché la boxe può aiutare molte persone”.

Dal 2016 si svolgono 3 allenamenti a settimana, di un’ora ciascuno, per i detenuti – oggi in 20 sono coinvolti nel progetto – abbiamo tre giorni fissi alla settimana, lunedì mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19.

Provengono dai quattro dei sette reparti presenti al carcere di Bollate, circa la metà hanno un’età compresa tra 19 e i 30 anni.
C’è anche qualche anzianotto di 51 anni che si difende molto bene.


Commenti chiusi