Crescita impetuosa delle ICO nei primi 5 mesi del 2018: 537 per 13,7 miliardi

Il report appena rilasciato da CVA e PwC mostra che nei primi mesi del 2018 sono state chiuse più ICO che in tutti gli anni precedenti. E il settore diventa più maturo

 

 

Report 1 semestre di PWC su ICO

 

Crypto Valley Association in collaborazione con Strategy &, la divisione strategia e consulenza di PwC, ha rilasciato l’edizione di giugno 2018 della relazione trimestrale sul mercato globale delle offerte iniziali di monete (ICO). Il report, il secondo della serie, offre una panoramica completa dell’attività di ICO a livello globale, esplorando i principali cambiamenti dal 2017.

Presenta inoltre informazioni sugli sviluppi normativi nei principali hub di blockchain come Svizzera, Stati Uniti e Singapore e esamina le tendenze emergenti in giurisdizioni più piccole a livello globale.

Secondo Daniel Diemers, Fintech Leader Switzerland, Head of Blockchain EMEA di PwC Strategy, il rapporto “… evidenzia la continua crescita e popolarità degli ICO a livello globale nel 2018, con oltre 537 ICO condotte nei primi cinque mesi di quest’anno, con un totale combinato di $ 13,7 miliardi di USD – più di tutti gli ICO che hanno avuto luogo prima del 2018 messi insieme. Andando avanti questa relazione trimestrale sull’attività globale di ICO continuerà a tracciare i cambiamenti e gli sviluppi nel settore in quanto subisce un’espansione continua e cambiamenti sostanziali “.

ICO 2018 vs anni precedentiSecondo il report, il fenomeno delle Initial Coin Offerings (ICO) ha visto un piccolo calo da dicembre 2017, ma sta rapidamente riprendendo vigore:

  • Nei primi 5 mesi del 2018, 537 ICO con una raccolta pari a 13,7 miliardi di dollari sono state chiuse con successo, più di tutti gli ICO pre-2018 cumulati
  • Da novembre 2017 diverse ICO di larga scala sono entrati nella Top 15, facendo impallidire i precedenti record del 2017: con Telegram (1,7 miliardi di USD) e EOS (4,1 miliardi di USD), sono comparsi i primi veri Unicorni ICO.

ICO 2018 per mese

Stati Uniti, Svizzera e Singapore rimangono i principali hub globali di ICO, tuttavia, negli ultimi mesi, il Regno Unito e Honk Kong hanno guadagnato terreno significativo.

In Asia, Singapore è il principale hub ICO, seguito da Hong Kong, mentre Isole Cayman e British Virgin Islands si classificano tra i migliori paesi per le ICO in termini di volume, ma soprattutto in quanto hanno ospitato gli unicorni EOS (USD 4,1 miliardi) e Telegram (1,7 miliardi USD). Ci sono tuttavia anche altri i paesi, non noti per essere grandi mercati finanziari, che appaiono tra i migliori per le ICO, come Estonia, Lituania e Israele.

La regolamentazione ICO continua ad emergere in tutto il mondo: molti Paesi hanno emanato linee guida e/ regolamenti sulle criptovalute. In Europa, Liechtenstein, Gibilterra e Malta stanno seguendo le orme della Svizzera per posizionarsi come hub favorevoli all’ICO. In generale, ad oggi, stanno emergendo tre modelli:

  • gli Stati Uniti (orientati ai titoli)
  • Europa (bilanciato)
  • Asia (binario)

Strategicamente, gli ICO continuano a escludere i tradizionali finanziamenti VC, in particolare nelle startup tecnologiche collegate a Blockchain. I modelli ibridi (che combinano i classici finanziamenti VC / PE e ICO) si stanno sempre più affermando come valida alternativa di finanziamento.

Dopo tutto il clamore del 2017, quest’anno il settore ICO è diventato più maturo e consolidato, con una maggiore attenzione per le migliori pratiche di business e legali, le relazioni con gli investitori e la raccolta di fondi. I modelli ibridi di Venture Capital e di finanziamenti ICO combinati stanno sempre più mettendo insieme il meglio di ciò che entrambi hanno da offrire, in modo che la solidità di un’azienda sia convalidata mentre realizza il suo potenziale di mercato ricevendo il sostegno del crowd “, ha concluso Diemers.

Il report sottolinea infatti alcuni trend del 2018 che rimarcano la crescente maturità delle ICO rispetto all’anno precedente, come per esempio:

  • I round vengono strutturati con massimali di finanziamento che aumentano la trasparenza e rendono sempre più il finanziamento basato su bisogni reali dei progetti
  • Combinazione con finanziamenti VC per diversificare le fonti di finanziamento e convalidare il progetto con investitori professionali (es. Offerta di prevendite a VC)
  • Maggiore attenzione alla governance e all’entità giuridica istituzionale
  • Requisito di preregistrazione per gli investitori combinato con Limiti di identificazione dell’investitore KYC / AML max. acquisto da parte di investitori che risolvono problemi di distribuzione (es. attacchi Sybil) senza necessità di ICO senza cappuccio
  • L’introduzione dei periodi di lock-up per i token richiedono agli investitori di valutare con maggiore attenzione il rapporto rischi/benefici delle decisioni di investimento
  • Comunicazione trasparente durante e dopo ICO (es. cosa accade con token e i potenziali problemi legali)
  • Maggiore attenzione alla sicurezza informatica pre e post-ICO
  • Sempre maggiore attenzione alla costruzione di comunità di interesse ed ecosistemi rispetto al puro sviluppo tecnologico

Lascia un commento

avatar