Nuovo trimestre record per le piattaforme italiane di P2P lending e Invoice trading

Secondo il report di P2PLending Italia, nel secondo trimestre 2019 sono stati erogati 337 milioni di prestiti con un incremento di quasi il 100% rispetto al Q2 2018

 

P2P lending record Q2 in Italia

 

Nuovi record di volumi del P2P lending Italiano. Secondo il consueto rapporto di P2PLendingItalia, l’erogato trimestrale delle dieci piattaforme monitorate dal sito ha superato i 337 milioni di euro, registrando un aumento del 97.4% rispetto allo stesso trimestre del 2018 e del 7.6% rispetto al primo trimestre.

Come sempre, la parte del leone la fa il segmento dell’Invoice Trading (sconto fatture) il cui campione attuale comprende le piattaforme CashMe, Credimi, Fiftye Workinvoice. I volumi erogati sono saliti a 268.4 milioni di euro, con una crescita dello 0.7% rispetto al trimestre precedente e del 101.9% rispetto al secondo trimestre del 2018.

Ma anche il segmento dei prestiti agli individui riesce a stabilre un nuovo record trimestrale con le quattro piattaforme monitorate (Prestiamoci, Smartika, Soisy, Younited Credit) che hanno erogato 38.6 milioni di euro di nuovi prestiti. La crescita è pari a +13.9% rispetto al trimestre precedente e al +54.8% rispetto al secondo trimestre del 2018.

Dopo la battuta d’arresto del primo trimestre, le piattaforme di P2P di prestiti a medio e lungo termine alle imprese registra una forte ripresa e un nuovo record trimestrale nei volumi erogati. Il maggiore contributo addizionale è stato portato da Credimi, new entry del segmento che. Infatti, a partire da questo trimestre ha affiancato i prestiti allo sconto fatture. Le piattaforme del campione sono quindi diventate tre: Borsa del Credito, October (già Lendix) e Credimi. Insieme hanno erogato nel trimestre appena concluso 30.2 milioni di euro di nuovi prestiti, con un aumento del 133.7% rispetto al trimestre precedente e del 133.3% in confronto al secondo trimestre 2018.

Dall’inizio delle operazioni, nel 2016, l’intero settore ha erogato quasi 2 miliardi di euro (1,856), di cui 1,44 per sconto fatture, 0,28 in prestiti personali e 0,13 in prestiti alle imprese.

Per quanto riguarda le imprese, nell’ultimo trimestre, sono stati erogati 13.740 sconti fatture e 68 prestiti a medio lungo termine. Tale differenza è sottolineata peraltro dalla diversa consistenza dei prestiti medi erogati (ticket medio erogato) che è stato pari a €444.173 per i prestiti alle imprese, e a €18.364 euro per lo sconto fatture.

Commenti chiusi