Primizia assoluta in Italia: una nuova catena di saloni di bellezza cerca fondi con equity crowdfunding

I saloni Andrea Degà lanciano round di equity crowdfunding per un nuovo format con servizio di altissima qualità e marketing innovativo che sbarca a Milano e presto in altre città

 

Salone di bellezza lancia round equity crowdfunding

 

Andrea DEGÀ è il nuovo brand di saloni di bellezza che vuole offrire a tutte le donne un servizio sofisticato e elegante in un ambiente rilassante e contemporaneo.

Il nuovo concept nasce dalla creatività dei due fratelli De Gaetano: Andrea, parrucchiere di successo, e Luca, esperto di marketing e imprenditore. Il primo ha maturato esperienza nella gestione di un locale e ha identificato alcuni bisogni delle donne moderne spesso non soddisfatti dai saloni di bellezza, mentre è stato il secondo a trasformare le idee del fratello in un format adatto ad essere presentato sulla scena delle principali città italiane.

L’obiettivo minimo della campagna di equity crowdfunding ospitata sul portale WeAreStarting è pari a 48 mila euro corrispondenti ad una quota del 3,88% della società e una valutazione pre-money di circa 1,2 milioni (qui la nostra scheda sintetica).

L’attenzione per l’organizzazione del salone permetterà al team di concentrarsi sul cliente e sulle sue necessità. Altre caratteristiche su cui punta il locale sono l’atmosfera di design con arredamento di lusso, l’utilizzo di soli prodotti di origine naturale e la selezione di personale altamente preparato.

Il volume d’affari dei saloni d’acconciatura (e dei prodotti ad esso dedicati) è pari a 5,7 miliardi di euro, ma lo sviluppo del settore è dovuto al grande numero di singoli imprenditori ed aziende medio-piccole: solo il 5% delle società italiane che gestiscono saloni di bellezza occupa più di 5 dipendenti. La società che gestirà i locali (Next S.r.l.) nasce proprio dall’opportunità di offrire un servizio di altissimo livello attraverso una struttura studiata e scalabile.

Il primo salone che verrà aperto, già a settembre, sarà quello di Milano, nelle vicinanze del Duomo. Il piano è però quello di aprire almeno dieci saloni entro tre anni nelle principali città italiane. Per fare questo, i fondatori della società hanno deciso di ricorrere all’equity crowdfunding, la modalità di investimento online che permette ai contributori di diventare soci della società che gestirà i vari saloni.

«Abbiamo deciso di ricorrere all’equity crowdfunding, perché è un meccanismo che, oltre a permetterci di finanziare un’espansione rapida, ci permette di dare una scossa anche in termini di marketing, applicando ad un settore considerato tradizionale strumenti innovativi» racconta Luca De Gaetano, uno dei due fratelli imprenditori.

Lascia un commento

avatar