Concrete Investing chiude la maggior campagna di real estate crowdfunding in Italia

La piattaforma di equity crowdfunding immobiliare italiana in sole 72 ore che ha raccolto 3,3 milioni di euro per realizzare il progetto Washington Building a Milano

washington-building-milano-1-2

Il portale di equity crowdfunding immobiliare italiano Concrete Investing ha raccolto in 72 ore 3,3 milioni di euro per il progetto immobiliare Washington Building di Milano. Si tratta della maggiore raccolta per una campagna di real estate crowdfunding in Italia, che supera il precedente record di 3 milioni raccolti lo scorso Dicembre dal progetto immobiliare Firenze Settignano sulla piattaforma Walliance.

L’operazione prevede per gli investitori un tasso di rendimento annuale atteso (IRR) pari al 13,6%, un ritorno complessivo dell’investimento (ROI) del 40,4% e un holding period di 32 mesi.

“Questa raccolta conferma il forte interesse per una delle asset class preferite dagli italiani in tema di investimenti, cioè l’immobiliare. A maggior ragione in un periodo di incertezza come quello che stiamo vivendo, riscuotono successo operazioni con profilo rischio-rendimento ben bilanciato, che rispondono con attenzione agli interessi degli investitori e che sono posizionati in mercati ad alta resilienza, come il settore residenziale a Milano. Tutti aspetti che caratterizzano l’offerta Washington Building. Dopo aver centrato questo importante primato per il settore del crowdfunding immobiliare italiano siamo pronti a presentare nuovi progetti che rispetteranno questi requisiti”, ha commentato Lorenzo Pedotti, CEO di Concrete Investing.

Washington Building è un nuovo sviluppo residenziale di oltre 13.000 mq che sarà realizzato nell’ex impianto produttivo Officine Fratelli Borletti in piazzale Irnerio a Milano, firmato dallo studio di architettura DFA&Partners, promosso da Al.si.co Srl. (Matteo Albarello, Federico Consolandi, Ambrogio Silva).

Supportato finanziariamente anche da Intesa Sanpaolo, il progetto architettonico invece è curato da DFA&Partners, studio guidato da Daniele Fiori e specializzato nel recupero e riutilizzo di ex aree dismesse, ripensate con nuove destinazioni d’uso. La consegna dell’immobile è prevista per il terzo trimestre 2022. Il progetto consiste nella ristrutturazione, con parziale demolizione e ricostruzione, dell’ex impianto produttivo Officine Fratelli Borletti.

Il complesso industriale originale, costruito tra il 1912 e il 1916, è composto da un nucleo principale in stile eclettico affacciato su piazza Irnerio, al quale sono stati aggiunti, fino agli anni ’50, dei volumi accessori in stile razionalista. L’intervento prevede lo sviluppo di un immobile di 5 piani fuori terra e due ulteriori piani arretrati a coronamento. Il complesso è dotato di tre piani interrati, adibiti ad autorimessa, locali tecnici e cantine e al piano terra, sono previsti una serie di servizi integrativi all’abitare: palestra, spa, locale delivery e un’area lounge a disposizione dei condomini. Il progetto prevede circa 100 unità abitative di varie tipologie, di cui già vendute circa il 70%.

Si è trattato dell’ottava raccolta per Concrete Investing che a oggi ha già portato a termine con successo altre 7 campagne di real estate crowdfunding per progetti residenziali di prestigio, promossi dagli operatori più rilevanti del mercato, come Impresa Rusconi, Immobiliare Percassi, Bluestone, Borgosesia. Il capitale complessivo raccolto tramite le 8 operazioni è di 13,6 milioni di euro.

Chi è Concrete Investing

Concrete Investing è la piattaforma di equity crowdfunding autorizzata da Consob, specializzata nella raccolta di capitali destinati ad investimenti in progetti immobiliari in aree di primario interesse e ad alto potenziale. Permette agli investitori di visionare, valutare e investire in selezionate operazioni immobiliari in modo rapido e trasparente oltre che per gli sviluppatori immobiliari di ampliare le fonti per la realizzazione dei propri progetti.

Ricordiamo che Concrete nel giugno scorso ha raccolto 2,5 milioni di euro per il progetto Colonne di San Lorenzo – Gate Central a Milano. La campagna è stata finanziata in soli 14 giorni da 190 investitori, con un ticket medio di 13 mila euro, grazie a cui ha centrato l’obiettivo massimo di raccolta, con un overfunding del 167% rispetto all’obiettivo minimo di 1,5 milioni.

Commenti chiusi