Crowdestate finalizza con 2 mesi di anticipo la exit di un progetto immobiliare a Milano

I 1.044 investitori che lo scorso Marzo avevano finanziato con 750k il progetto immobiliare, hanno ottenuto 790 mila euro, con un IRR del 12% su base annua

 

Crowdestate exit in pochi mesi per progetto a Milano

 

Il progetto immobiliare di via Visconti di Modrone a Milano, lanciato nel Marzo scorso sulla piattaforma estone di real estate lending crowdfunding Crowdestate, è stato finalizzato con 2 mesi di anticipo rispetto al business plan, consentendo così in pochi mesi il ritorno sul capitale investito ai 1.044 investitori che in un solo giorno lo avevano finanziato con 750 mila euro.

Il progetto, realizzato dalla società Cunietti Oggioni Real Estate,  ha portato alla ristrutturazione di un ufficio di 220 mq e alla sua trasformazione in tre appartamenti di fascia alta. Il capitale totale ripagato, inclusi gli interessi, è pari a 790 mila euro con un ritorno per gli investitori (IRR) del 12% su base annua.

Questa opportunità di investimento è una grande iniezione di fiducia per i mesi futuri. Abbiamo dato la possibilità a 1044 investitori di prendere parte ad un’operazione immobiliare nel pieno centro storico di Milano, gestito da una primaria società nel real estate, generando un ritorno unico in questo periodo.  Siamo contenti che con la società Cunietti e Oggioni Real Estate si sia instaurato un rapporto di fiducia e stima reciproca. Questo è il secondo investimento con loro, segno che il valore aggiunto che noi garantiamo è un fattore determinante in un periodo in cui l’erogazione di capitale è sempre più complicata e necessaria. In questo modo, abbiamo supportato una pmi nel suo processo di crescita garantendole di poter effettuare un’importante operazione immobiliare”, ha commentato Niccolò Pravettoni, Country Manager di Crowdestate Italia.

Con la Cunietti e Oggioni Real Estate, Crowdestate aveva già chiuso con successo un’altra opportunità di investimento: il progetto Meravigli 16, sempre in pieno centro di Milano. Il costo totale del progetto era di 900.000 euro;  Crowdestate ha partecipato con una quota di 300.000 euro, finanziata da oltre 600 investitori. L’operazione si era conclusa nel novembre 2019 in soli 5 mesi, in anticipo rispetto agli 8 mesi annunciati, con la vendita di tutti gli appartamenti, consentendo così di rimborsare agli investitori il capitale e di corrispondere gli interessi, pari all’11% su base annua.

Chi è Crowdestate

Crowdestate è stata fondata nel 2014 in Estonia da Loit Linnupold, tuttora titolare 100% della società, che preferisce crescere con mezzi propri. E’ stata la prima piattaforma crowdfunding immobiliare nata in Europa. Vista la crescita veloce e la richiesta di nuove opportunità di investimento, dal 2017 la piattaforma ha iniziato l’internazionalizzazione, aprendo in 7 paesi europei, tra cui l’Italia (nel 2018). Crowdestate intende anche lanciare progetti immobiliari in Emilia Romagna e in Toscana.

Inoltre, il portale sta valutando iniziative di sviluppatori italiani nei mercati spagnolo e svizzero. In generale, il focus sono: le principali città italiane, che offrono maggiori garanzie sia dal punto di vista immobiliare che di liquidità; i progetti immobiliari con orizzonte temporale di 12-18 mesi, con ritorni veloci; ristrutturazioni e riqualificazioni di stabili esistenti. Ogni investitore può aderire anche a progetti in 7 paesi, beneficiando della diversificazione geografica.

Commenti chiusi