Facebook quasi pronta al lancio di Libra. Ma sarà più simile a un sistema di pagamento che a una criptovaluta

Il progetto Libra di Facebook, di cui è stato rilasciato un nuovo white paper, si sta apparentemente trasformando da valuta a sistema di pagamento decentralizzato

 

Libra moneta di Facebook sempre più sistema di pagamente e meno criptovaluta

 

Dieci mesi fa Facebook annunciava il lancio di Libra, la sua criptovaluta. Il progetto era nato per creare una sorta di valuta digitale globale coperta da un basket di valute nazionali e altri strumenti finanziari. Ma ha recentemente modificato parte della sua struttura per soddisfare le richieste dei regolatori di tutto il mondo. Tali modifiche sembrano trasformare di fatto il progetto da creazione di una valuta globale a sistema di pagamento. Lo riporta Iconium nella sua newletter.

Nel nuovo whitepaper viene infatti descritta la possibilità di creare diverse criptovalute ognuna coperta da una propria valuta nazionale, molto diverso dall’idea iniziale di un “basket” di valute a copertura della valuta Libra.

Inoltre, per ragioni di sicurezza e per garantire un servizio conforme alle varie giurisdizioni, Facebook avrebbe rinunciato ad una transizione verso un sistema completamente decentralizzato, evitando così ulteriori contrasti con agenzie governative e banche centrali di tutto il mondo.

Il lancio di Libra sembra tuttavia sempre più certo. Nonostante tutti gli ostacoli, il progetto di Facebook sta cercando di soddisfare tutte le richieste dei regolatori e, apparentemente, si dimostra in grado di farlo.

Alcuni ritengono che il lancio di Libra, o più in generale l’entrata nel settore finanziario e dei pagamenti da parte dei colossi tech, possa essere un pericolo per le criptovalute. Tuttavia, considerando questi ultimi aggiornamenti, le differenze tra i due strumenti sono evidenti. Facebook, Amazon, Google e Apple stanno costruendo dei prodotti completamente centralizzati e sotto il controllo delle autorità. Si troveranno quindi a competere con sistemi di pagamento tradizionali piuttosto che con criptovalute.

Bitcoin ed Ethereum sono stati costruiti per rivoluzionare questo concetto e funzionare senza bisogno della supervisione di banche centrali o governi. I due sistemi quindi funzioneranno in parallelo consentendo così di ampliare in modo esponenziale l’apertura del mondo finanziario.

Commenti chiusi