Housers, crowdfunding immobiliare, entra anche nel P2P lending per finanziare le imprese

Il portale di lending crowdfunding immobiliare diversifica la sua offerta e avvia Housers Corporate, sezione della piattaforma dedicata ai prestiti alle imprese

 

Housers Corporate

Il portale di lending crowdfunding immobiliare spagnolo Housers, che opera anche in Italia, entra anche nel P2P lending. La società ha infatti annunciato il lancio di Housers Corporate, la sua nuova linea di business per finanziare le imprese.

La piattaforma selezionerà, dopo un approfondito studio di fattibilità e un’analisi del rischio, tutti i progetti che verranno presentati agli investitori. Ad ogni progetto verrà assegnato uno score realizzato da Silva y Asociados SA, società specializzata nell’analisi del rischio di progetti immobiliari e aziendali.

Juan A. Balcázar, CEO di Housers, ha spiegato che “il lancio di Housers Corporate è una logica evoluzione della nostra piattaforma e ci permetterà di ampliare il nostro portafoglio di investimenti attraverso il finanziamento di progetti aziendali”.

Si tratta della seconda nuova linea di business lanciata dal portale di lending crowdfunding spagnolo dopo Housers Green, avviata nel settembre 2019 per investire in energie rinnovabili. Quest’ultima ha già completato con successo il suo primo progetto di finanziamento di energia solare: Sun Energy. Al progetto hanno partecipato 854 investitori, che hanno erogato un totale di 420 mila euro per la costruzione di 6 megawatt (MW) e la sua successiva gestione e vendita. Il progetto ha una durata di 24 mesi e un rendimento totale del 10%.

Chi è Housers

Housers è stata fondata in Spagna nel 2015 da Tono Brusola e Alvaro Luna e ha avviato le sue attività in Italia nel 2017, supportata dall’istituto di pagamento francese Lemon Way. È stata la prima piattaforma di lending attiva in Italia nel settore real estate (si veda articolo di BeBeez). Permette a chiunque di investire nel mercato immobiliare, con una soglia minima di capitale di soli 50 euro. Ad oggi i suoi utenti sono più di 115 mila. Housers ad oggi ha lanciato 262 progetti immobiliari in Spagna, Italia, Portogallo e Polonia; di questi, il 30% si è già concluso con un IRR medio del 9,21%.

Nel marzo 2019 la società ha nominato João Távora International Managing Director per l’Italia e il Portogallo, in sostituzione di Giovanni Buono, ex ceo per l’Italia e Director for the International Business Development di Housers. Housers ha condotto nell’autunno 2017 una campagna di equity crowdfunding su se stessa  sulla piattaforma britannica CrowdCube, incassando 785 mila sterline su un target minimo di 100 mila, sebbene l’obiettivo massimo fosse ben più ottimista e fissato a quota 3 milioni di sterline. Nel maggio 2018 ha siglato una partnership con Evo Bank, istituto di credito digitale leader in Spagna.

Commenti chiusi