Partite su Produzioni dal Basso le campagne di crowdfunding della “call” per progetti al femminile

Su Produzioni dal Basso al via le campagne dei progetti selezionati grazie alla call di Banca Etica “Un altro genere di Economia” dedicata a progetti declinati al femminile

 

Banca etica cofinanzia crowdfunding progetti al femminile

 

Sono partite settimana scorsa su Produzioni dal Basso le campagne di crowdfunding per i 16 progetti di economia al femminile selezionati dal Gruppo Banca Etica nell’ambito del bando “Un altro genere di economia”.

Banca Etica ha scelto di sostenere attività innovative promosse e sviluppate da donne o per le donne per potenziare il loro ruolo nelle filiere produttive, nel mondo del lavoro o della ricerca.

Secondo l’ultimo report della Women’s World Banking un miliardo di donne nel mondo sono escluse dal sistema finanziario. 500 milioni a basso reddito non hanno le competenze per gestire un conto corrente. Secondo studi recenti, anche in Italia la situazione è preoccupante – dice Anna Fasano, presidente di Banca Etica.

Banca Etica ha una particolare attenzione alla parità di genere e all’inclusione finanziaria delle donne. Già oggi abbiamo numeri incoraggianti – prosegue Anna Fasano – quasi la metà (46%) delle persone che ricevono un prestito da noi è donna; e anche i clienti che scelgono i nostri fondi di investimento etici sono in maggioranza donne. Ma sappiamo che è necessario fare di più e continuare a dedicare alla parità di genere in economia un’attenzione sempre maggiore; l’empowerment delle nostre comunità passa anche attraverso l’aumento dell’educazione finanziaria e dell’inclusione finanziaria. Da qui è nata l’idea di un bando dedicato all’inclusione economica e finanziaria delle donne”.

Ecco i 16 progetti selezionati a cui poter contribuire

  • Costruiamo insieme èEtico – Sartoria Marchigiana Due giovani ragazze marchigiane che vogliono realizzano capi di abbigliamento sartoriale ecosostenibili.
  • Memoria e resilienza per i bambini e le bambine di Amatrice e del mondo Per realizzare incontri nelle scuole e nelle associazioni con carattere laboratoriale con l’ausilio della musica che sarà utilizzata per superare le differenze di genere fin dall’infanzia e al contempo permette di superare il trauma del terremoto.
  • Le Buone Pratiche – Riduci con stile Per creare un punto vendita di vicinato di prodotti sfusi e/o imballati senza plastica da realizzare presso edificio dismesso.
  • Women_Do – Un progetto per l’inserimento lavorativo alle donne, non più giovanissime, che sono fuori o sono fuoriuscite dal mercato del lavoro e che faticano a rientrarci.
  • Pet Recycling al femminile – Un progetto di raccolta e riciclaggio della plastica che coinvolge le donne di Haiti e RDC con attenzione al fenomeno dell’abbandono minorile a causa dell’indigenza.
  • Non Profit Women Camp – I edizione Per la valorizzazione professionale delle donne che operano nel Terzo Settore.
  • Coloriage – Una scuola di moda gratuita. Per realizzare un laboratorio di sartoria artigianale per artigiane e migranti, richiedenti asilo e inoccupate, in maggioranza donne.
  • Un pollaio per Velingara Pont – obiettivo FAME ZERO! Per creare un pollaio gestito interamente dalle donne del villaggio di Velingara Pont, nella regione di Tambacounda nel cuore della savana senegalese.
  • EnergEtica – Per migliorare la capacità di gestione delle risorse economiche e dei consumi energetici di famiglie in difficoltà economica (focus su donne capofamiglia)
  • Gender Game Book – Per pubblicare e promuovere il fumetto interattivo Gender Game book in cui i lettori e le lettrici potranno entrare nella storia e prendere decisioni alla fine di ogni capitolo, indirizzando così il corso della narrazione.
  • Progetto di sviluppo del centro riabilitazione Cerbero – Per gestire, riabilitare e, se possibile, riallocare, cani potenzialmente pericolosi.
  • Mostra Alza il Triangolo al Ciel – Per portare in tour la mostra che racconta il cambiamento dei costumi e del ruolo delle donne nella società italiana dal 1968 ai giorni nostri.
  • FOODdia Ca Furria – Un’impresa sociale per tramandare le tradizioni legate alla preparazione di cibo sano della Valle del Simeto.
  • Coffee Farmer – E-commerce che supporta le donne coltivatrici di caffè nei Paesi in via di Sviluppo vendendo direttamente il frutto del loro lavoro.
  • GAP – GenerAzione – Monitorare i rapporti di genere all’interno delle realtà del Terzo Settore coinvolte, elaborando insieme ad esse delle strategie innovative di comunicazione interna e esterna
  • asterisco fuori parentesi – Un gruppo di videomarker si incontrano sul tema gender. L’obiettivo è di aprire un canale di dibattito popolare sull’identità di genere, sui suoi confini e limiti attuali e sulla possibilità di una rinegoziazione sociale attraverso conoscenza e dialogo.

Commenti chiusi