Presentata House4crowd, nuova piattaforma di real estate equity crowdfunding

Il crowdfunding immobiliare italiano si arricchisce di un nuovo player, House4Crowd, portale di equity crowdfunding creato dai fratelli Chechile e partecipato da Digital Magics

 

House4crowd nuovo portale equity crowdfunding immobiliare

 

E’ stata presentata a Milano House4Crowd, nuova piattaforma di equity crowdfunding immobiliare, che si appresta, entro fine Maggio, a lanciare la sua prima campagna.

La società, fondata dai fratelli Rosaria e Francesco Chechile, ha ottenuto tempo fa l’autorizzazione Consob come portale di equity crowdfunding e il supporto dell’incubatore Digital Magics che è entrato anche nella compagine sociale.

I fondatori, durante la presentazione avvenuta il 21 Maggio presso il TAG Calabiana di Milano, hanno illustrato le caratteristiche del portale la cui offerta si basa su una selezione accurata basata su una rete esterna di esperti immobiliari, sulle competenze del team e su un algoritmo proprietario.

Altra particolarità, non ancora operativa, ma su cui la società sta lavorando sia dal punto vista tecnico che legale, è la “tokenizzazione” delle quote degli immobili che saranno sottoscritte dagli investitori. A tendere, questo consentirà agli investitori di detenere un “token” digitale rappresentativo delle quote sottoscritte, permettendo una maggiore negoziabilità e quindi liquidità e, attraverso uno smart contract, una gestione automatica e trasparente dei diritti amministrativi e patrimoniali.

Il real estate crowdfunding in Italia, nelle sue due forme “equity” e “lending”, è un fenomeno recente rispetto ad altri Paesi europei. Infatti, fino a Dicembre dello scorso anno, operavano in Italia solo due piattaforme dedicate, Walliance (equity) e Housers (lending, peraltro piattaforma spagnola). Da Dicembre sono entrate sul mercato Concrete (equity),Trusters (lending) e Rendimento Etico (lending).

Peraltro, l’immobiliare è una asset class da sempre molto apprezzata dagli investitori italiani, ma non sempre accessibile, dato il ticket elevato e le competenze specifiche richieste. Il crowdfunding consente a chiunque di accedere agli investimenti immobiliari, anche con pochi capitali, e, come sottolineato dal Prof Giancarlo giudici durante la presentazione di Hous4Crowd, “consente di diversificare gli investimenti, frazionandoli e riducendo così il rischio”.

Commenti chiusi