Anche i media ricorrono all’equity crowdfunding: partita la campagna di una media agency italiana

Impact eMedia, startup creata da un pool di esperti TV italiani, ha lanciato un round di equity crowdfunding per un innovativo marketplace di contenuti video per le TV mondiali

 

Agenzia media italiana lancia campagna equity crowdfunding

INDEX Media Exchange, media agency creata dalla startup innovativa Impact eMedia, è la prima agenzia media a lanciare un round di equity crowdfunding.

La campagna, presentata sulla piattaforma Starsup, ha l’obiettivo minimo di raccogliere 300 mila Euro a fronte del 17,6% di quote, con una valutazione pre-money, quindi, di €1,4 milioni.

La nuova media agency è un marketplace online che dà la possibilità alle case di produzione video e agli uffici stampa di medie e grandi aziende di distribuire i propri contenuti alle Tv di tutto il mondo.

L’opportunità nasce dall’osservazione che nel mondo ci sono più di 12.000 televisioni, le quali, ormai, per creare servizi e programmi utilizzano per la maggior parte materiali video presi dai social network, spesso gratuiti, ma di bassa qualità. Vengono così tagliati fuori i produttori video locali che non possono più competere. Anche perché i materiali video di alta qualità, d’altro canto, sono distribuiti da poche agenzie globali, che hanno costi di accesso troppo elevati per le piccole e medie case di produzione locali e per gli uffici stampa delle imprese. I contenuti diffusi dalle TV nel mondo, quindi, sono limitati e, soprattutto, standardizzati (modello distributivo “global to local”).

I contenuti professionali prodotti nel mondo, però, sono molti di più. In ogni Paese, a partire dall’Italia, case di produzione, video maker e uffici stampa producono ogni anno migliaia di contenuti di qualità televisiva, di cui molti potrebbero essere fruiti da Tv di tutto il mondo per produrre news e programmi basati su materiali video originali e non “standardizzati”.

Ma, ad oggi, non esiste un marketplace professionale specializzato in questo tipo di intermediazione.

Impact eMedia, con la sua piattaforma INDEX Media Exchange, vuole colmare questo vuoto con un modello distributivo “local-to-global”: dando cioè la possibilità ai produttori e ai video maker, a partire da quelli italiani, di vendere i propri materiali video alle Tv di tutto il mondo e agli uffici stampa di medie e grandi aziende di distribuirli in modo diffuso e mirato abbinandoli ai comunicati.

Con una distribuzione televisiva capillare a livello globale, la piattaforma offre così anche un’opportunità al sistema-Italia, per comunicare le proprie eccellenze grazie.

INDEX nasce in Italia, – spiega Massimo Mazzanti, CEO e fondatore di Impact eMedia e da oltre trent’anni una delle figure di spicco della Tv digitale italiana – ma il suo modello sarà poi esportato in altri paesi sviluppando così la prima piattaforma mondiale “local-to-global” per la distribuzione di materiali video non pubblicitari, cui seguirà il lancio di un canale televisivo lineare all news 24×7 da distribuire su tutte le piattaforme web, satellite e DTT”.

Raggiungendo l’obiettivo minimo di raccolta di €300.000, i fondi verranno investiti per circa il 60% in tecnologia e per il 40% in sviluppo organizzativo e marketing.

Lascia un commento

avatar