Attiva nuova piattaforma italiana di Equity Crowdfunding. Il primo progetto è ancora Cynny

Investi-Re, già da tempo autorizzata da Consob, lancia la sua prima campagna di equity crowdfunding. Si tratta di Cynny che ci aveva già provato con la piattaforma Starsup

 

Investi-Re equity crowdfunding piattaforma italiana

Da giovedì 1 Ottobre è attivo Investi-Re, nuova piattaforma di Equity Crowfunding per aiutare start-up e società con idee innovative a raccogliere fondi, nuovi soci e finanziatori. Ideata dallo studio Baldi & Partners e partecipata in quote paritetiche da Carlo Baldi, Sergio Carboni, Werther Badodi, Fabrizio Bagni e Guido Prati, la piattaforma era stata autorizzata da Consob il 28 gennaio scorso. La particolarità sta nel fatto che le PMI potranno anche trovare il supporto di Intermonte SIM, che offre un’attività di marketing per la divulgazione e la pubblicazione di contenuti relativi ai progetti esposti dagli emittenti su Investi-RE.

Altra particolarità è che la piattaforma fornirà supporto nella ricerca di investitori professionali interessati alla sottoscrizione della quota di capitale necessaria all’avvio della raccolta on line e, successivamente, nella presentazione del progetto presso investitori, professionali e non, durante la fase di offerta.

La prima campagna di Equity Crowdfunding di Investi-Re ha come obiettivo aiutare l’azienda fiorentina Cynny a raggiungere un aumento di capitale pari ad 1 milione di euro. Si tratta della seconda campagna di Cynny, dopo la precedente di tre mesi fa sulla piattaforma StarsUp, quando aveva raccolto 54 mila euro su un target di 300 mila.

Il numero minimo di azioni acquistabili sarà 4, al prezzo di 27 euro per azione, per un taglio minimo di sottoscrizione di 108 euro. Come riporta BeBeez la particolarità dell’operazione sarà la modalità “take it all”, già adottata da Cynny nel primo esperimento di equity crowdfunding e solitamente adottata per le campagne di donation crowdfunding, che prevede che qualunque importo venga raccolto, la campagna si chiuderà positivamente, indipendentemente dall’obiettivo prefissato. Advisor dell’operazione è Intermonte.

Siamo molto orgogliosi di contribuire concretamente allo sviluppo di giovani imprese, la cui crescita – spiega Carlo Baldi – porterà non solo innovazione tecnologica al paese, ma anche creazione di nuovi posti di lavoro. Baldi & Partners, con Guido Prati, Antonio Boccia e Matteo Bosi, conferma la propria vocazione ad accompagnare in questo percorso di crescita le idee più innovative destinate a diventare presto importanti realtà di mercato”.

 

Lascia un commento

avatar