BorsadelCredito spinge sempre più in alto il P2P lending per le PMI italiane

La piattaforma italiana di peer-to-peer lending ha erogato 1,3 milioni nel solo mese di Luglio raggiungendo i 15 milioni totali (in meno di 2 anni)

 

Borsadelcredito record p2p lending italia luglio 2017

BorsadelCredito.it, prima piattaforma di peer to peer lending per le imprese, ha erogato oltre un milione e trecento mila euro alle PMI italiane nel mese di luglio, che porta a un erogato totale da inception di 14,85 milioni.

Lo riporta nel suo blog la stessa piattaforma, specificando inoltre di aver supportato 339 aziende (+12 rispetto a giugno) dall’avvio delle attività e che il tasso medio di rendimento per i prestatori si è attestato a 5,36% lordo, costantemente superiore a quello medio delle principali piattaforme britanniche che ha segnato un valore del 4,96% in un anno (dati a fine giugno).

Secondo BorsadelCredito, il P2P lending continua a battere le asset class di investimento comparabili dal punto di vista rischio rendimento. Infatti, considerando Btp, depositi vincolanti e corporate bond, la migliore performance annualizzata degli ultimi tre anni di queste forme tradizionali di investimento mostra un rendimento del 2,51%, al lordo di commissioni e tasse, che, al netto della sola imposizione fiscale si traduce in meno di 186 euro su 10mila investiti.

Invece, al netto dell’effetto del Fondo di protezione, il rendimento di BorsadelCredito.it è stato a giugno del 5,01%, che corrisponde a un guadagno netto tra i 286 e i 386 euro, sempre su 10mila euro di capitale, a seconda dell’aliquota di tassazione applicata, che varia da un minimo del 23% per i redditi sotto i 15mila euro a un massimo del 43% per chi ha un Irpef sopra i 75mila euro.

Ricordiamo che uno dei limiti del lending crowdfunding in Italia, come riportato anche dall’Osservatorio sul Crowdinvesting del Politecnico di Milano, è proprio quello di non essere ancora assimilato ad altre forme di investimento più tradizionali e di non godere quindi, come queste, della tassazione fissa del 26%.

Lascia un commento

avatar