Il colosso USA del equity crowdfunding AngeList apre agli investitori non accreditati

AngeList, leader mondiale dell’equity crowdfunding, cavalca il nuovo regolamento USA e apre agli investitori non accreditati

 

AngelList apre agli investitori non accreditati

AngelList, la prima piattaforma di equity crowdfunding negli Stati Uniti che ha permesso agli investitori accreditati la possibilità di accedere al finanziamento di società in fase early-stage, ha aderito al titolo III del nuovo regolamento USA sul crowdfunding che sarà operativo il prossimo 16 maggio.

AngelList sta infatti lanciando un nuovo ramo d’azienda denominato Repubblic per consentire agli investitori non accreditati la possibilità di accedere al finanziamento delle PMI. Il sito per ora accetta solo iscrizioni ad una lista di inviti. Ricordiamo che l’attuale regolamento in USA consentiva di investire on line in equity solo agli investitori accreditati (p.es. individui con redditi superiori a $200k/anno o patrimonio maggiore di $1 milione).

AngelList è senza dubbio la più grande piattaforma di investment crowdfunding negli Stati Uniti. Fondata nel 2010 da Naval Ravikant e Babak Nivi, AngelList si è trasformata in una comunità online che collega non solo gli investitori alle imprese in fase early-stage, ma connette anche chi cerca lavoro alle start-up. La piattaforma ha raccolto circa 250 milioni di dollari per circa 1000 imprese, in gran parte grazie all’approccio di “sindacato“, che consente agli investitori professionali di costituirsi come “lead investors“, aggregando pool di investitori da un pubblico più vasto, a fronte della loro esperienza e di un “carried interest” sul capital gain in caso di exit.

AngelList ha dato uno slancio determinante al mercato online dei finanziamenti quando ha richiesto, e ottenuto, una “lettera di non intervento” da parte della SEC nel 2013, che ha contribuito ad aprire definitivamente la porta all’equity crowdfunding negli USA.

Il fatto che il più grande player del mercato abbia deciso di utilizzare il Title III del Reg CF per raccogliere capitale on-line, è una validazione importante per il nuovo regolamento, su cui peraltro, da mesi negli USA è aperto un acceso dibattito.

Lascia un commento

avatar