Come una piattaforma di equity e lending crowdfunding si sta trasformando in una neo-banca

La piattaforma di equity e lending crowdfunding francese Anaxago, che lo scorso anno ha raccolto 100 milioni, ha lanciato un fondo e una gestione patrimoniale

 

Anaxago da crowdfunding a neo banca di investimento

 

Pioniere del crowdfunding per le imprese e poi nel settore immobiliare, nel 2019 la piattaforma francese Anaxago è diventata un gruppo finanziario integrato. Lo scorso febbraio, la sua nuova società di gestione, Anaxago Capital, ha lanciato il primo fondo da 30 milioni e ne sta preparando altri due.

Nell’ultimo trimestre, Anaxago, con la creazione di Anaxago Patrimony ha completato la sua offerta finanziaria con un servizio di gestione patrimoniale.

Questi recenti cambiamenti contribuiscono alla trasformazione di Anaxago nella prima neo-banca privata francese d’investimento, da una piattaforma di equity crowdfunding per startup e PMI poi esteso al lending crowdfunding immobiliare.

Dal suo lancio, i fondi raccolti da Anaxago hanno seguito una curva esponenziale: da 2 milioni nel 2013 a 100 milioni nel 2019. Lo scorso anno, la piattaforma ha registrato una forte crescita organica: + 65%, con 65 milioni investiti in oltre 40 progetti, di cui 10 milioni in aziende innovative, e 55 milioni nelle operazioni immobiliari, tra cui la riqualificazione degli ex negozi Galeries Lafayette a Marsiglia.

Joachim Dupont, presidente e co-fondatore di Anaxago, insieme a Caroline Lamaud e François Carbone, afferma: “Puntiamo a raggiungere 120 milioni nel 2020, 200 milioni nel 2021 e 300 milioni nel 2022“. Una raccolta totale di 820 milioni, quindi. “Contiamo anche sulla crescita delle prospettive della nostra società di gestione con investitori istituzionali per raggiungere cumulativamente quasi un miliardo entro il 2022“.

Dopo aver completato un primo fondo immobiliare di 30 milioni all’inizio del 2019, Anaxago Capital crescerà. “Stiamo lavorando al lancio di due fondi nella nostra area di competenza: venture capital, private equity immobiliare e debito immobiliare privato.

Redditizia sin dal suo inizio, Anaxago, che l’anno scorso ha realizzato un fatturato di 5 milioni, ha ora completato il suo obiettivo strategico iniziale di essere un gruppo finanziario integrato. “Nel quarto trimestre del 2019, siamo passati al modello neobank privato lanciando Anaxago Patrimony, lo strumento che ci consente di fornire consulenza sulla gestione patrimoniale e altri prodotti finanziari rispetto alle opportunità storiche di crowdfunding”, spiega il presidente di Anaxago. “Per adattarci alle esigenze dei nostri clienti, abbiamo esaminato 180 SCPI sul mercato francese (société civile de placement immobilier, fondi immobiliari di diritto francese – Ndr) e ne abbiamo selezionati tre: Primopierre, Pierval Santé ed Epargne Pierre.”

Commenti chiusi