Una critica ragionata al nuovo regolamento UE sul Crowdinvesting cross-border

Crowd Advisors rilascia un whitepaper sottolinenando le pesanti lacune del nuovo regolamento UE che dovrebbe favorire il crowdinvesting cross-border in europa

 

Regolamento UE crowdinvesting whitepaper di Crowd Advisors

 

Ne avevamo già parlato su queste pagine in prossimità della sua pubblicazione, evidenziando alcune perplessità. In realtà, la Proposta di Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulle piattaforme di Crowdinvesting per le imprese, è ancora più problematica di quanto non avessimo prospettato.

Lo sottolinea un Whitepaper pubblicato oggi dallo studio di consulenza Crowd Advisors e redatto dal suo partner e co-founnder avv. Alessandro Maria Lerro.

Nel documento si afferma infatti che “si tratta di un provvedimento normativo inidoneo a raggiungere lo scopo per il quale è stato concepito“.

Per quanto riguarda gli operatori del lending crowdfunding, si rileva che non avrebbero alcuna ragione per abbandonare i regimi nazionali e scegliere l’autorizzazione europea, in quanto estremamente più complessa e gravosa. Infatti, “la necessaria collaborazione con banche o istituti di pagamento per la gestione del denaro rende poco utile il regime di “passaportazione” e più efficiente il mantenimento delle attuali condizioni di esercizio“. I teemi da prendere in condierazione avrebbero dovuto essere altri come ad esempio la fiscalità nelle operazioni cross-border, la gestione delle ritenute d’acconto e l’identificazione del cliente.

Dall’altra parte anche il modo in cui viene disciplinato l’equity crowdfunding è giudicato fortemente deficitario. In particolare, nella protezione degli investitori e nella concezione di un modello di equity crowdfunding che pregiudica l’interesse imprenditoriale delle piattaforme, limitando la raccolta a un milione di euro. Laddove, oltretutto, tale ridotta dimensione sembra individuare come target le sole start-up, che presentano i maggiori profili di rischio per gli investitori, quando invece per essi è del tutto assente ogni forma di protezione.

Clicca qui per scaricare il whitepaper di Crowd Advisors>>

2
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
più nuovi più vecchi
trackback

[…] Questo clima di agevolazione e normalizazione “cross-border” è stato recentemente testimoniato anche dal rilascio di una boa di regolamento europeo sul “Crowdinvesting”, peraltro non esente da forti critiche, come abbiamo riportato su Crowdfunding Buzz nei giorni scorsi. […]

trackback

[…] Tuttavia la proposta aveva lasciato parecchi addetti ai lavori insoddisfatti (qui l’articolo di Crowdfunding Buzz sul white paper redatto da Alessandro Lerro, partner di Crowd …). […]