F&P Merchant e Fundera lanciano “Minibond Liquidità Immediata”. In pochi minuti esauriti i primi 50 slot

Nel primo giorno i primi 50 slot di Minibond “Liquidità immediata” lanciati da F&P Merchant per le PMI sono andati esauriti. Un modo alternativo per liberare liquidità “privata”

 

Minibond liquidità di Frigiolini esauriti in un giorno

 

Partito venerdi scorso con un primo slot di cinquanta posti utili per la realizzazione dei “Minibond Liquidità Immediata”, ha fatto il tutto esaurito.

La Call è stata lanciata da Frigiolini & Partners Merchant, che li strutturerà in qualità di advisor e arranger, e dalla controllata Fundera, che li collocherà sull’omonimo portale di crowdfunding. A conferma della necessità per le aziende di ricevere una risposta concreta sul tema del supporto della cassa, in poco meno di un’ora tutti i 50 posti disponibili sono andati esauriti.

I primi 50 richiedenti sono già in pista per il prescreening da parte di F&P e saranno rapidamente avviati all’emissione di altrettanti Minibond “Short Term” (< 12 mesi) e “Short term extended” (< 24 mesi) denominati “Liquidità Immediata”, in base alle singole esigenze, che serviranno principalmente per il supporto della cassa. Successivamente, potrà essere definita meglio l’entità del fabbisogno complessivo da raccogliere con altri strumenti di debito, da emettere nel 4° trimestre 2020, sia di lungo che di lunghissimo termine. F&P ha Infatti dichiarato che è già in pista il “Minibond Riparti Italia”.

Già all’atto della presentazione del nostro programma “Liquidità immediata” e “Riparti Italia!”, circa due settimane fa” – dice Leonardo Frigiolini Presidente di F&P Merchant e AD di Fundera – “abbiamo ricevuto molte richieste di adesione telefoniche e via mail, ma fino alla pubblicazione del format via web sul nostro Portale Fundera non avevamo una chiara percezione di quale sarebbe stato il tenore delle richieste che invece sono affluite numerosissime al punto da esaurire in pochissimo tempo il 1° lotto previsto. Si tratta di singole aziende e di reti di imprese, appartenenti ai vari settori merceologici dell’industria, del commercio e dei servizi. Molto attiva la partecipazione dei consulenti delle imprese (commercialisti, avvocati, advisors) che hanno a disposizione sul nostro Portale una sezione del format loro dedicata per poter segnalare direttamente ed autonomamente le loro aziende-clienti”.

Frigiolini rivela che inizialmente si era deciso di procedere con qualche primo test e per questo era stato fissato un primo lotto di 50 aziende come numero massimo di aderenti. Ma il plafond è stato bruciato subito dopo il kickoff sul portale ed così stato immediatamente introdotto un secondo e più cospicuo lotto.

“Stiamo anche assistendo” – ha aggiunto Frigiolini – “ad un crescente interesse da parte delle nuove categorie di investitori identificati dalla Consob come legittimati ad investire autonomamente in Minibond di PMI e cioè quelli che la stessa Authority definisce “investitori wealthy”, ovvero investitori retail muniti delle necessarie competenze e struttura patrimoniale, i quali ci telefonano o si registrano sul Portale Fundera attratti da questi nuovi strumenti finanziari che mostrano di gradire particolarmente.

In un momento come questo, l’estensione su larga scala dell’iniziativa promossa da F&P, che consente di offrire ad un investitore Italiano l’emissione di una PMI Italiana ad un tasso particolarmente interessante (e magari con una garanzia del 100% sul capitale) con una durata breve, permetterebbe di risolvere il problema parzialmente dentro le mura domestiche. Verrebbe messo sul campo l’enorme stock di risparmio delle famiglie italiane (4.500 miliardi di euro) che, canalizzato anche solo in piccola parte, permetterebbe di sviluppare una potenza di fuoco senza eguali.

Commenti chiusi