Il crowd finanzia l’eolico. Successo della prima campagna di equity crowdfunding nel settore

Si chiude con successo su WeAreStarting la raccolta in equity crowdfunding di Wind Energy Efficiency che produce energia eolica. E’ la prima in Italia in questo settore

 

Crowd finanzia eolico su WeareStarting

 

Si è conclusa con successo la prima campagna di equity crowdfunding Italia di un progetto legato all’energia eolica.

L’equity crowdfunding è stato utilizzato diverse volte per finanziare progetti di società che sviluppano tecnologie legate alle energie rinnovabili, ma si tratta della prima volta che viene finanziata una società che basa il proprio modello di business sulla proprietà di impianti di energie rinnovabili e sulla redditività offerta dalla loro produzione.

Si tratta di Wind Energy Efficiency che, sulla piattaforma WeAreStarting ha raccolto 40 mila Euro da 38 investitori, i quali hanno ricevuto quote pari al 36% del capitale (qui la nostra scheda sintetica).

La società possiede una turbina eolica da 59,9 kW di potenza nominale nel Comune di Cancellara, in provincia di Potenza, installata a fine 2017, e ha già ricevuto conferma dell’accesso alla tariffa incentivante.

Uno dei soci promotori dell’iniziativa, insieme alla realtà specializzata nell’eolico MF Group, è Infinityhub, un acceleratore green che crea, insieme a partner locali, nuove società che poi si aprono alla partecipazione online di nuovi soci finanziatori.

Non è la prima iniziativa accelerata da InfinityHub a chiudere con successo. Precedentemente, infatti, avevano concluso positivamente la raccolta, sempre su WeareStarting, oltre a una campgna dellostesso acceleratore, anche un progetto che prevedeva l’installazione di stazioni di ricarica per la mobilità elettrica in Umbria e quello indirizzato alla riqualificazione energetica del palazzetto dello sport di Busto Arsizio.

«Con questa raccolta abbiamo validato il nostro paradigma anche in questo settore e abbiamo ingrandito ulteriormente la nostra community di investitori, che oggi arriva a 180 persone, intenzionata ad investire grandi o piccole cifre in progetti green che portino non solo ritorni economici, ma anche benefici ambientali e relazioni virtuose. Questa volta a sostenerci sono state soprattutto persone fisiche (e non società), con un contributo importante da parte di giovani impiegati, imprenditori, tecnici e consulenti. Trattasi di un vero e proprio azionariato accelerato e diffuso che, anche grazie all’equity crowdfunding, consente ai nuovi soci di contribuire alla realizzazione di questi progetti in un tempo decisamente breve”, spiega Massimiliano Braghin, amministratore delegato di InfinityHub SpA e di Wind Energy Efficiency Srl.

La campagna di Wind Energy Efficiency è una delle prime in Italia a prevedere l’intestazione delle quote “in conto terzi” che, grazie al coinvolgimento di Directa SIM, permette ai soci entrati grazie all’equity crowdfunding di cedere in futuro le proprie quote a costo zero.

«La soluzione innovativa che abbiamo proposto è stata selezionata dal 55% degli investitori di questa campagna. È un risultato molto incoraggiante che apre la strada ad una certa dinamicità nel trasferimento delle quote di piccole e medie imprese nella forma di S.r.l.» commenta Carlo Allevi, operations manager di WeAreStarting Srl.

Lascia un commento

avatar