Il crowdfunding di ProduzionidalBasso raccoglie oltre 2m nel 2018 per quasi 1000 progetti

La storica piattaforma italiana di reward/donation crowdfunding nel 2018 ha raccolto 2,2 milioni finanziando 973 progetti grazie a 40.000 donatori

 

PRoduzionidalbasso crowdfunding successo 2018

 

ProduzionidalBasso (PdB), storica piattaforma italiana di reward e donation crowdfunding, ha pubblicato sul proprio blog i dati relativi al 2018.

La raccolta nell’anno ha raggiunto i 2,2 milioni di euro per una crescita del 38% rispetto al 2017 e una raccolta complessiva di 8,12 milioni.

Sono stati 973 i progetti finanziati con successo nel 2018, e le donazioni complessive, incluse quelle relative a campagne non andate a buon fine, sono state oltre 40.000, di cui oltre la metà (55%) effettuate da donne. La donazione media è stata di €55 (era stata di €50 nel 2017) erogata principalmente attraverso carta di credito (42% delle transazioni) e paypal (36%), ma anche con una quota significativa di bonifici (22%), modalità di pagamento che PdB è una delle poche ad offrire.

Le campagne di crowdfunding lanciate sulla piattaforma sono tate riferite principalmente alla categoria “Comunità e Sociale” seguita da “Libri e Editoria” e “Film e Cortometraggi” e, subito dopo alla pari “Eventi e Festival” e “Musica e concerti”.

PdB pubblica anche alcuni dati relativamente al traffico sulla piattaforma e alla sua composizione. Il sito ha registrato 2,9 milioni di visite, con una crescita dell’84% rispetto al 2017 e, per la prima volta, il traffico social lascia spazio a link esterni e diretti e al traffico generato organico. Quest’ultimo in particolare è indicatore di maggiore capacità di relazioni dirette e di maggiore organizzazione da parte delle comunità che utilizzano il crowdfunding.

Il successo del 2018 per Produzioni dal Basso è stato segnato anche dal lavoro fatto con aziende come Fastweb, Banca Etica, Infinity, COREPLA, BPER Banca, ARCI, ma anche enti pubblici come l’Università Bicocca: Bicocca Università del Crowdfunding (ne abbiamo diffusamente parlato qui).

Lascia un commento

avatar