Il reward crowdfunding è una realtà anche in Italia: un grande 2015 per Produzioni dal Basso

La piattaforma italiana di reward crowdfunding ha raccolto nel solo 2015 oltre €700k per 610 progetti finanziati con successo. Anche grazie al nuovo sistema di pagamento

Produzioni dal Basso performance 2015

Natale, tempo di bilanci un po’ per tutti. Anche per il settore del crowdfunding e per le sue piattaforme. Proprio una di queste, Produzioni dal Basso, fondata da Angelo Rindone ormai dieci anni fa, ha pubblicato nei giorni scorsi sulla sua pagina facebook un’infografica riassuntiva del suo 2015.

Buone notizie: i numeri testimoniano che il crowdfunding è in lenta ma costante crescita.

In questi ultimi dodici mesi la piattaforma ha permesso ai progettisti di raccogliere 700.000 euro, per un totale che supera ormai i due milioni di euro. Segno che la community è attenta e “cresce”: sono 25.000 infatti le persone che si sono iscritte alla piattaforma nel 2015, 9.000 delle quali negli ultimi tre mesi dell’anno. Non è un caso: proprio a ottobre lo staff di Produzioni dal Basso ha implementato nuove forme di pagamento nella piattaforma e a Paypal, attraverso il sistema LemonWay, si sono aggiunti bonifici, carte, prepagate e PostePay. Quale che fosse il suo metodo preferito, comunque, ogni utente ha donato in media 42 € al suo progetto preferito, mentre un sostenitore su quattro non si è accontentato di donare una volta sola.

Le nuove modalità di pagamento hanno, di conseguenza, aiutato non poco le campagne: quest’anno sono state 610 quelle che hanno raggiunto il budget, portando il totale della piattaforma a 980.

Film, cortometraggi e documentari hanno raccolto più di 200.000 €, seguiti dai progetti della categoria di comunità&sociale (182.498€), da quelli su arte e cultura (108.136 €), musica (83.477 €) e letterari (59.594 €).

Buone notizie dunque per il mondo del crowdfunding reward based, anzi, come chiude Produzioni dal Basso, people based!

Ecco l’infografica

Lascia un commento

avatar