Il reward crowdfunding in Italia è vivo e innovativo. Ecco due nuove piattaforme: una “green” e una di sport

Due nuove piattaforme di crowdfunding, entrambe verticali e con funzionalità innovative, sono state lanciate nelle ultime settimane: Greenfunding (green economy) e Triboom (sport)

 

Piattaforme italiane verticali Greenfunding e Triboom

Mentre l’equity crowdfunding in Italia si dibatte tra i lacci e lacciuoli del suo regolamento, il reward crowdfunding, più facile da gestire, è più vivo che mai.

Nelle ultime due settimane sono nate due piattaforme molto interessanti e altrettanto innovative. Parliamo di Greenfunding e di Triboom.

Greenfunding – Greenfunding è la prima piattaforma italiana di crowdfunding dedicata ai progetti della green economy. Nasce per offrire uno strumento alternativo di finanziamento e raccolta fondi e una rete di contatti mirati a tutti coloro che abbiano nel cassetto un buon progetto con valenza di “sostenibilità ambientale”. Privati, associazioni, imprese, enti: chiunque, in qualsiasi settore.

Oltre al funding, tra l’altro possibile in modalità reward, donation o misto, la piattaforma offre anche l’integrazione con un network dedicato alla green economy, Greengooo! New Media Production, e una bacheca di annunci per le offerte di lavoro da parte di chi propone un progetto (sebbene ancora in via di definizione)

Greenfunding è un servizio di Associazione Greencommerce, associazione senza scopo di lucro di Torino che ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgenza e il beneficio collettivo di diffondere pratiche di produzione, distribuzione e commercio più sostenibili dal punto di vista ambientale, stimolando così l’affermarsi di una vera e propria “economia verde” e la riattivazione di filiere locali virtuose.

Triboom – E’ una start up padovana che vuole diventare il punto di riferimento per la creazione di community sportive sul web, uno strumento che permetta a tutte le squadre di radunare online i propri sostenitori, generando relazioni e sollecitando donazioni e finanziamenti. Sfruttando le logiche dei Social Network e il crowdfunding, le Società possono coinvolgere i sostenitori e i tifosi in iniziative ed eventi finora difficilmente realizzabili e ricevere in cambio un maggior sostegno anche economico.

Il club, fondando una Triboom community, ha l’opportunità di riunire in un unico spazio online tutta la rete di tifosi e sostenitori. Una massa critica di supporter con cui creare nuove e più strette relazioni, applicando nuovi modelli di finanziamento efficaci ed estremamente mirati.

La Triboom Community è il luogo in cui i tifosi possono cambiare il destino della Squadra. Attraverso la partecipazione attiva alle campagne di finanziamento e alle iniziative promosse dal Club, tutti possono dare il loro aiuto in prima persona.

Tutte nel basket le squadre che fino ad ora hanno creato una Triboom Community: Pallacanestro Cantù, Virtus Basket Padova e Petrarca Basket.

Lascia un commento

avatar