La CamCom di Milano lancia un bando per finanziare PMI che ricorrono a equity crowdfunding

Un bando della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi contribuirà alle spese delle PMI del territorio che intendono lanciare una campagna di equity crowdfunding

 

Bando Camera Commercio Milano per equity crowdfunding

 

La Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, con la collaborazione di Innexta-Consorzio Camerale Credito e Finanza, ha pubblicato il primo bando finalizzato ad agevolare le imprese nel ricorso all’equity crowdfunding. Si tratta di un’iniziativa sperimentale, per la quale è stata prevista una dotazione iniziale di 100 mila euro.

La pubblicazione del bando si accompagna a un percorso strutturato di affiancamento alle imprese, che prevede, oltre a un’attività di sportello, momenti di informazione e approfondimento. L’obiettivo sarà quello di riconoscere un contributo finanziario sotto forma di voucher alle imprese che affrontano spese per la realizzazione di campagne di equity crowdfunding.

Il voucher, dedicato alle micro, piccole o medie imprese con sede legale e/o operativa sul territorio di competenza della Camera di commercio (Milano, Monza e Brianza, Lodi) consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili individuate in fase di domanda, per un massimo di 5 mila euro.

Le spese oggetto del bando includono:

  • spese per la redazione di un business plan o di altra documentazione appositamente richiesta dai gestori della piattaforma Internet, da utilizzare per la realizzazione della campagna;
  • spese legali per l’adeguamento dello statuto, per la delibera dell’aumento di capitale o per altri adempimenti legali direttamente connessi alla predisposizione e alla realizzazione della campagna di crowdfunding sulle piattaforme Internet;
  • spese per la redazione del Documento Informativo;
  • spese per le revisioni di bilancio o altre attività di due diligence finanziaria, fiscale o legale richieste dai gestori delle piattaforme Internet per la pubblicazione dei progetti;
  • spese di comunicazione e promozione legate alla campagna di crowdfunding;
  • spese per la realizzazione di pitch o di video di presentazione o di altra documentazione multimediale da utilizzare per la presentazione e la realizzazione della campagna di crowdfunding

Le domande al bando potranno essere presentate a partire dal 4 marzo 2019 e sino al successivo 4 luglio.

Lascia un commento

avatar