La prima banca che offre ai clienti la possibilità di finanziarsi con equity e reward crowdfunding

Grazie ad una partnership con Seedrs e KissKissBangBang, ING è la prima banca ad offrire ai propri clienti la possibilità di finanziarsi direttamente con equity e reward crowdfunding

 

ING offre equity e reward crowdfunding

ING Belgio ha creato una partnership con due tra le principali piattaforme di crowdfunding. Seedrs, piattaforma UK, e KissKissBankBank, francese, consentiranno ai clienti di ING che sono alla ricerca di fondi di accedere alle proprie piattaforme con una procedura accelerata. Riconoscendo il fatto che i prestiti bancari non sono il mezzo di finanziamento ottimale per gli imprenditori e le imprese early stage, ING offre ora ai propri clienti l’equity crowdfunding di Seedrs e il reward crowdfunding di KissKissBankBank.

Ciò consentirà alle PMI di diversificare le fonti di finanziamento rivolgendosi al contempo ad un pubblico molto più ampio. Secondo le informazioni fornite dalla banca, utilizzando la procedura accelerata ING, l’imprenditore con solo un paio di click potrà ottenere l’accesso alla piattaforma selezionata. Seedrs e KissKissBankBank poi entreranno rapidamente in contatto con l’imprenditore per dargli una prima indicazione sull’idoneità del progetto rispetto ai criteri della loro piattaforma e sulle possibilità di successo. La procedura accelerata consente quindi all’imprenditore di risparmiare significativamente tempo e sforzi. Il processo inoltre è stato progettato per aumentare le possibilità dell’imprenditore di completare con successo la sua campagna di crowdfunding.

Erik Van Den Eynden, Responsabile Midcorporates & Institutionals di ING Belgium, vede la partnership come una grande opportunità per permettere alla banca di aiutare i propri clienti a “mantenere un passo avanti nella loro attività“. “La nostra partnership con KissKissBankBank e Seedrs è un esempio. Il nostro obiettivo è quello di rafforzare il progetto del nostro cliente e di supportarlo nella crescita del proprio business. Il nostro ruolo è quindi molto più ampio di quello di prestatore classico: siamo un partner collaborativo e un advisor“.

E’ un dato di fatto che gli imprenditori che hanno accesso a diverse fonti di finanziamento si trovano automaticamente in una situazione finanziaria migliore. Infatti, nel valutare una domanda di prestito, le banche verificano anche la composizione delle risorse aziendali. Attraverso il crowdfunding, gli imprenditori possono pertanto rafforzare la propria attività, ma anche la propria posizione in relazione ad una eventuale domanda di prestito.

Uno dei vantaggi per ING è di conservare un rapporto privilegiato con le PMI che può tradursi in futuro nella erogazione di prestiti e di altri servizi. ING riconosce anche che il vantaggio del crowdfunding consiste nel fatto che dà all’imprenditore la possibilità di valutare se il mercato è pronto per i suoi prodotti o servizi. L’esposizione ad un pubblico più ampio, infatti, genera anche una buona opportunità di marketing per un’impresa.

ING afferma che il processo è strutturato in modo da valutare al massimo entro due giorni se il progetto è adatto per la piattaforma scelta e quali sono le possibilità di successo. Se il progetto riceve un giudizio positivo dalla piattaforma, l’imprenditore può quindi immediatamente dare il via la sua campagna crowdfunding, supportato dalla piattaforma.

Lascia un commento

avatar