L’equity crowdfunding ingrana anche in Italia? Ecco il secondo funding su Starsup

Nova Somor di Rimini è la seconda start-up finanziata con successo su Starsup, piattaforma italiana di equity crowdfunding, avendo raggiunto il target previsto di €250.000.

Nova Somor finanziata con equity crowdfunding

Per StarsUp si tratta del secondo record: prima piattaforma autorizzata Consob, e prima piattaforma ad aver contribuito al finanziamento di due startup. Siamo ancora lontano dai record in UK, ma, almeno, inizia a vedersi un trend anche in Italia. Complimenti!

Il capitale raccolto da Nova Somor contribuisce a lanciare il progetto della Elipompa S1, un motore solare termodinamico a bassa temperatura applicato al sollevamento delle acque. L’azienda è inoltre impegnata nella creazione di una gamma più ampia di prodotti da proporre al mercato. E’ infatti il delta termico a far funzionare il motore e quindi, ovunque ci sono caldo e fresco gratuiti, oppure vi sono cascami termici o convenienza di qualche genere, i prodotti dell’azienda sono in grado di sfruttarli.

Il completamento della campagna è stato possibile grazie alla “Curti Costruzioni Meccaniche Spa” di Castel Bolognese, investitore “professionale” di prestigio che mette il sigillo al secondo successo nell’equity crowdfunding di Starsup.

Dobbiamo evidenziare, peraltro, che gli investitori coinvolti sono stati soltanto tre. Pochi per essere considerati “crowd”, ma almeno è un inizio.

Giordano Mancini di Nova Somor dichiara: “noi abbiamo pianificato fin dall’avvio della nostra start up di utilizzare lo strumento dell’equity crowdfunding ritenendolo affine al nostro modo di concepire l’impresa e oggi siamo felici di poter comunicare la chiusura positiva della nostra operazione con StarsUp, sperando che serva da esempio ed
incoraggiamento per altre start up italiane.”

Carlo Piras, responsabile per StarsUp dei rapporti con gli investitori commenta: “ogni giorno impariamo a conoscere meglio le esigenze degli utenti e siamo convinti che con pochi aggiustamenti normativi l’ECF potrebbe entrare presto a regime diventando un utile strumento di politica economica per il Paese. Ci pare che la grande impresa italiana si stia avvicinando con sempre maggiore interesse e convinzione allo strumento e questo è importantissimo perché reca non solo l’apporto di capitale ma anche esperienza manageriale e reti di relazioni, elementi fondamentali per le startup esordienti.

 

Lascia un commento

avatar