Nasce AssoFintech la prima associazione che riunisce gli “stakeholder” del mondo Fintech e Insurtech

L’Associazione riunisce persone e aziende che lavorano nei settori fintech e insurtech, per fare sistema e crescere insieme. I fondatori e gli associati della prima ora

 

Nasce Assofintech associzione italiana Fintech e Insurtech

Le società fintech e insurtech in Italia hanno da oggi un rappresentante ufficiale che le aiuterà a dialogare con le Istituzioni in tema di norme e regolamenti da applicarsi al settore, a promuovere la conoscenza, anche attraverso momenti comuni di divulgazione, e la crescita qualitativa degli imprenditori, anche nel quadro di un codice etico comune.

E’ stata infatti costituita a Milano da un gruppo di addetti ai lavori del settore l’Associazione Italiana Portali Fintech e Insurtech o in breve AssoFintech.

Si tratta di una libera associazione di categoria senza scopo di lucro che raccoglie imprese attive nei settori che utilizzano la tecnologia per innovare il settore finanziario, tra i quali: wealth management, equity e lending crowdfunding, invoice trading, pagamenti, blockchain e monete digitali, antiriciclaggio, risk management, insurtech.

L’Associazione nasce dalla convergenza di diverse iniziative, unite nell’interesse comune di far crescere il sistema Italia e dallo stimolo delle istituzioni nazionali ad avere una controparte che rappresenti in modo coerente e organizzato questo settore appena nato, ma particolarmente effervescente e sempre più pervasivo nelle quotidiane interazioni tra soggetti finanziari, aziende e privati.

Per questo motivo, come si legge nella presentazione disponibile sul sito, “AssoFintech è aperta a tutti gli attori di questo mondo, fatto da startup, banche, intermediari finanziari, assicurazioni, fondi di venture capital e private equity, business angel, produttori di infrastrutture tecnologiche, di hardware e di software ed esperti e appassionati di tecnologia applicata alla finanza”.

I soci fondatori di AssoFintech sono un gruppo di professionisti con esperienza nel settore, che inizialmente impegnati nella promozione di due diverse iniziative di lancio di un’associazione per il fintech, hanno poi deciso di unire le forze in uno sforzo comune, ridefinendo anche i rispettivi ruoli associativi.

Le attività dell’Associazione sono dirette da un comitato esecutivo composto da:

  • Fabio Brambilla (presidente), presidente di FIntastico.com e di Controlpartners ltd, con lunga esperienza nel private equity
  • Giovanpaolo Arioldi (vicepresidente), Opstart srl
  • Fabio Allegreni (Segretario Generale),  CrowdAdvisors
  • Fabrizio Barini (relazioni banche e sim), Intermonte spa
  • Alessandro Maria Lerro (advocacy), StratEQ srl
  • Cristiano Motto   (internazionalizzazione), fintech advisor , former head of information management di Barclays Bank
  • Stefania Peveraro (relazioni istituzionali), EdiBeez srl
  • Fabrizio Villani (marketing associativo), Fintastico.com
  • Alessandro Zamboni (modelli di servizio fintech & regulatory),  the AvantGarde Group

Tra gli associati della prima ora e membri del consiglio direttivo insieme ai fondatori si contano:

  • Claudio Bedino (Oval Money)
  • Giovanni Buono (Housers)
  • Leonardo Frigiolini (Frigiolini&Partners)
  • Antonio Lafiosca (Borsa del Credito)
  • Matteo Masserdotti (200 Crowd)
  • Nicolò Romani (SIA)

L’associazione si sta già confrontando a livello internazionale con altre associazioni fintech di riferimento, tra le quali è importante sottolineare il sostegno di Swiss Finance + Technology Association (SFTA).

Non solo. AssoFintech, pur essendo appena nata, ha già fatto sentire la sua voce. In particolare lo scorso 15 novembre una delegazione guidata da Alessandro Lerro (convocato nel suo ruolo di presidente di AssoFintech della prima ora) e composta anche da Fabio Allegreni e Stefania Peveraro è stata ascoltata a Roma in sede di audizione dalla Commissione Finanze della Camera nell’ambito della serie di audizioni sul fintech.

L’intervento si è concentrato su 12 proposte tese al miglioramento delle normative per lo sviluppo del settore, portate all’attenzione del Parlamento sulla base di numerose sollecitazioni da parte del mercato. Il video integrale dell’audizione è disponibile sul sito web della Camera all’indirizzo http://webtv.camera.it/evento/12163.

Lascia un commento

avatar