NETtoWORK raccoglie 90k dal “crowd” per il suo innovativo servizio di recruiting online

La campagna di equity crowdfunding della startup NETtoWORK, ha chiuso con successo un round di equity crowdfunding su Opstart raccogliendo €30mila più dell’obiettivo

 

Nettowork chiude con successo equity crowdfunding su Opstart

La campagna di equity crowdfunding della startup NEtoWORK, su Opstart, è stata chiusa con successo con una raccolta finale di quasi 90mila euro (87,5), oltre 30 mila euro in più rispetto all’obiettivo iniziale di 55mila.

Il risultato è stato raggiunto grazie al contributo di 42 investitori, ora soci della startup, che hanno sottoscritto quote comprese tra 250 e 20.000 euro.

NETtoWORK era stata lanciata in versione sperimentale nella sola Torino, ottenendo tuttavia risultati (oltre 1.200 giovani in cerca di lavoro e più di 220 piccole e grandi aziende che vogliono assumere neo-diplomati/laureati) in grado di dimostrare le potenzialità di scalabilità a livello nazionale.

La startup introduce per prima un nuovo modo di operare, consentendo a giovani (Junior) ed aziende (PMI e grandi imprese) di creare una rete di relazioni nella propria provincia e in quelle limitrofe. Così, aziende e giovani neo-laureati e neo-diplomati, attraverso la piattaforma ed i servizi offerti, hanno la possibilità di conoscersi e valutarsi reciprocamente, invece di, rispettivamente, pubblicare costosi annunci e inviare CV a pioggia che i recruiter non hanno poi la possibilità di vagliare.

Manuel Bregolin, CEO e co-fondatore della startup torinese, è convinto che il successo della campagna di crowdfunding appena conclusa non risieda solo nella raccolta di fondi: “nel corso di questi due intensissimi mesi abbiamo avuto modo di conoscere direttamente o indirettamente molte persone che hanno creduto in noi, tanto da investire i propri soldi nella nostra iniziativa imprenditoriale. Queste persone sono per noi una risorsa al di là del loro contributo finanziario, sono il nostro primo “testimonial” e sono convinto che possano darci un contributo fattivo anche in termini di relazioni, opportunità di business e preziosi consigli. Con loro faremo in modo di instaurare un rapporto continuativo”.

Ma la campagna di NETtoWORK è stata anche uno strumento efficace di comunicazione, come sottolinea Giovanpaolo Arioldi, AD di Opstart: “Come è accaduto anche per altre campagne ospitate sulla nostra piattaforma, NETtoWORK è entrata in contatto non solo con potenziali finanziatori, ma anche con persone e imprese interessate al loro servizio, che, in molti casi, si sono convertite in utenti o clienti. Un round di equity crowdfunding, se ben gestito, gode di una rilevante visibilità mediatica e NETtoWORK ha saputo cavalcare molto bene questa opportunità.

La startup, che per preparare il round di equity crowdfunding si è avvalsa della consulenza dei professionisti di Crowd Advisors, utilizzerà i fondi raccolti per accelerare l’espansione in tutte le province italiane, a partire da quelle di Torino, Milano e Bologna.

Commenta

  • Iscriviti alla Newsletter settimanale di Crowdfunding Buzz