Partita su 200Crowd la prima campagna di equity crowdfunding che utilizza lo strumento “Syndicate”

La startup Checkout Technologies verrà finanziata grazie a un round di equity crowdfunding promosso da un veicolo di investimento creato da un gruppo di Business Angels

 

Checkout technologies round equity crowdfunding con syndicate

 

La piattaforma di equity crowdfunding 200 Crowd ha lanciato la campagna di una startup innovativa, Checkout Technologies, che, per la prima volta adotta lo strumento del “syndicate”. Chi investe non acquista le quote della società, ma quelle di un veicolo d’investimento, creato appositamente da un gruppo di business angels (in questo caso Pariter Partners), il quale, a sua volta, investe nella startup target. Nella fattispecie, l’investimento consiste in un prestito convertibile in azioni. Il vantaggio consiste nella possibilità di co-investire con business angels esperti in grado di, non solo di monitorare l’azienda target, ma anche, se non soprattutto, di supportarla attivamente.

Checkout Technologies (qui la nostra scheda sintetica)è una startup che si occupa di intelligenza artificiale e computer vision al servizio del settore Retail.

Fondata da Enrico Pandian e Jegor Levkovskiy, imprenditori seriali e con esperienze di grande successo come Supermercato24, l’azienda conta oggi su un team internazionale di 16 dipendenti.

L’azienda ha sviluppato una piattaforma di retail shopping automation basata sull’integrazione di tecnologie proprietarie di intelligenza artificiale, computer vision e machine learning.

La tecnologia sviluppata, protetta da 6 brevetti internazionali depositati, permette un’automazione totale dell’esperienza di checkout e pagamento all’interno dei negozi. Checkout prende dall’esperienza di acquisto online tutti i valori che ne hanno decretato il successo, rendendo il negozio fisico un luogo molto più interessante, vicino alle necessità del cliente, e più veloce: il consumatore può fare la spesa più rapidamente, ma senza perdere l’esperienza tangibile che solo la spesa offline può offrire. Combinando le tecnologie di riconoscimento facciale e degli oggetti, infatti, Checkout Technologies è stata in grado di definire un percorso a step graduali per l’implementazione completa di un sistema di checkout totalmente automatizzato.

Grazie ai risultati raggiunti, la società è stata l’unica italiana ad essere stata selezionata per il programma di accelerazione di Plug&Play a Monaco di Baviera, uno dei principali programmi di accelerazione e livello europeo.

IL SYNDICATE

Il syndicate in Checkout Technologies è guidato da Pariter Partners, in qualità di lead investor, che si occuperà di assicurare ai co-investitori la gestione ed il monitoraggio del lavoro della startup garantendo un’informativa periodica ed un punto di riferimento per la gestione e monitoraggio dell’investimento.

I fondatori di Pariter Partners, Jari Ognibeni e Matteo Elli, hanno alle spalle molti anni di esperienza nel settore tecnologico e nella creazione ed investimento in società innovative.

Gli investitori potranno investire fino a 250.000 Euro nel Syndicate di Pariter Partners, fondi che saranno a loro volta investiti in un prestito convertibile in Checkout Technologies, pari a complessivi €500.000. Gli altri €250.000 sono stati allocati direttamente da Pariter Partners, che, inoltre, accantonerà un’ulteriore liquidità, pari a circa il 10%, come riserva costi per le spese di mantenimento del veicolo (notaio, commercialista e similari).

Un contratto con la società target, prevede che il prestito potrà essere convertito, con sconto del 20% sul valore aziendale, con il prossimo aumento di capitale e comunque entro il 1Q 2019.

Al verificarsi di una exit, Pariter Partners avrà diritto a un “carried interest” del 15%. Significa che solo l’85% della plusvalenza derivante dalla cessione delle quote del Syndicate di Pariter Partners verrà ripartita tra i soci investitori, mentre il 15% sarà destinato a remunerare l’attività di supporto e monitoraggio del lead investor (Partiter Partners).

Lo strumento “Syndicate” è stato lanciato con grande successo diversi anni fa dalla piattaforma di equity crowdfunding USA Angelist.

Lascia un commento

avatar