Pronta al lancio ClubDealOnline che unisce Club Deal ed Equity Crowdfunding

Entro fine giugno partirà con una campagna test ClubDealOnline, piattaforma di equity crowdfunding riservata a business angels e investitori selezionati

 

ClubDealOnnline equity crowdfunding per business angels

Entro la fine di giugno sarà operativa una nuova piattaforma di equity crowdfunding. Si tratta di ClubDealOnline, autorizzata da Consob a fine marzo e partecipata al 60% da Antonio Chiarello, da i-Starter al 20% e dal managing director di i-Starter, Simone Cimminelli per il restante 20%.

Lo riporta oggi BeBeez.it, precisando che Chiarello è anche tra i partner di i-Starter, l’acceleratore di startup che conta 100 soci, tutti professionisti di alto livello in vari settori dell’industria, dei servizi e della finanza, che investono personalmente i loro capitali nel ruolo di business angel. L’anno scorso i partner di i-Starter hanno investito complessivamente 16,5 milioni di euro in startup, che sono poi state affiancate con servizi di accelerazione offerti da i-Starter Ltd, società operativa controllata dall’italiana i-Starter spa.

ClubDealOnline è una piattaforma di equity crowdfunding che, pur essendo autorizzato da Consob, è molto diversa dalle altre fino ad ora operative nel panorama italiano. Infatti, i deal offerti non saranno accessibili da chiunque ma solo da “high networth individual”, che potranno entrare nel club solo in quanto diretti contatti oppure perché indicati da private bank. E il taglio minimo di investimento sarà di €5.000.

La ragione di questa scelta è strettamente strategica, in quanto la piattaforma punta a raccogliere capitali per imprese in fase di “scale-up”, e, quindi, già operative da alcuni anni e con obiettivi di raccolta tra uno e 3 milioni di euro.

La piattaforma avrà un’altra particolarità. Le quote saranno intestate non direttamente a chi investito, ma ad una fiduciaria, in modo da poter essere successivamente scambiate senza la necessità di un atto notarile e, dunque, riducendo l’illiquidità tipica di questo tipo di investimento.

La prima campagna, tuttavia, avrà un obiettivo più limitato: Wish Raiser, una startup che offre un servizio per l’ideazione e l’esecuzione di campagne di raccolta fondi da parte di onlus, punterà a rccogliere 300 mila euro a fronte del 20% del capitale. La particolarità di Wish Raiser è che, in cambio delle donazioni è offerta agli utenti la partecipazione a una lotteria per vincere un’esperienza da “una volta nella vita” in compagnia della celebrity preferita.

Gli investitori che potranno partecipare al round saranno pochi selezionati invitati oltre ai partner di i-Starter. A partire dal prossimo settembre, invece, la piattaforma sarà aperta anche agli altri investitori che nel frattempo saranno entrati a far parte del club.

Lascia un commento

avatar