Il portale di equity crowdfunding Seedrs raccoglie £195 milioni nel 2018. Quasi quanto i VC in Italia

La piattaforma Seedrs, co-leader in UK con Crowdcube, ha raccolto, nel solo 2018, £195 milioni grazie a oltre 72 mila investimenti, e oltre £500m dal suo primo anno di attività

Seedrs raccoglie 195 milioni nel 2018

 

Seedrs, una delle principali piattaforme di equity crowdfunding nel Regno Unito, a fine 2018, ha superato il traguardo di 500 milioni di sterline di raccolta dal lancio, finanziando 720 campagne. Il 2018, ha rappresentato il suo miglior anno, con una raccolta di £ 195 milioni, 60% in più rispetto all’anno precedente. Ne hanno beneficiato 186 campagne di successo, provenienti da 12 paesi diversi, grazie a oltre 72.500 investimenti da 60 paesi.

Si tratta di performance di diversi ordini di grandezza superiori all’Italia, che pure, con 36 milioni raccolti (a livello di intero mercato) e +200% rispetto al 2017, ha ben performato nel 2018. Ma si tratta anche di numeri che rendono l’equity crowdfunding UK paragonabile al Venture Capital italiano, che si stima nel 2018 abbia finanziato startup per 300 milioni.

La strategia della piattaforma per scalare il mercato, ha puntato sul coinvolgimento sia dei VC che degli investitori retail, per consentire alle impresse offerenti di ottenere benefici da entrambi i tipi di investitori. L’uso di una struttura intestataria delle quote (SPV) ha aiutato sicuramente a raggiungere questo obiettivo.

Inoltre, Seedrs fornisce un mercato secondario che offre liquidità per una asset class, in genere altamente illiquida. Seppure in continua evoluzione, Seedrs ha dichiarato che il proprio mercato secondario ha consentito oltre 5.800 exit di investitori da 306 società diverse. Lanciato a giugno del 2017, il mercato secondario ha fornito ad alcuni investitori rendimenti altamente redditizi. Il maggiore è stato un ritorno 23.3x nella società DeskLodge.

Bisogna anche tenere in considerazione i benefici fiscali offerti dal governo britannico. Nel Regno Unito, l’Enterprise Investment Scheme (EIS) e il Seed Enterprise Investment Scheme (SEIS) possono amplificare i rendimenti mitigando il rischio per gli investitori early-stage.

La crescita dell’equity crowdfunding nel Regno Unito sta andando di pari passo con offerte sempre maggiori. Nel 2018, Seedrs ha infatti lanciato 28 campagne che hanno raccolto oltre 1 milione di sterline. Tra quelle di maggior successo, Transfergo ha raccolto 11,3 milioni di euro; Sono Motors, società tedesca, uno dei maggiori successi europei di Seedrs, 6,1 milioni di euro e la piattaforma dedicata al benessere Urban Massage 3,5 milioni di sterline.

Infine, nel corso del 2018, Seedrs ha lanciato due nuove funzionalità: AutoInvest e il servizio Investor Anchor di Seedrs.

AutoInvest consente agli investitori di creare un portafoglio diversificato di aziende definendo i criteri di investimento. Se si dispongono di fondi sufficienti sull’account Seedrs, il sistema investe automaticamente, lasciando naturalmente la scelta di modificare o annullare l’investimento.

Il servizio Anchor Investor supporta le imprese nella ricerca di capitale “istituzionale”. Nel corso del 2018, il servizio ha consentito a 15 imprese di raccogliere oltre 17 milioni di sterline. Sebbene fosse inizialmente stato progettato per supportare le società in round successivi, il servizio è stato utilizzato anche per supportare nuovi business. Per esempio, JaJa grazie al servizio ha ricevuto 1,5 milioni di sterline, portando la sua raccolta totale su Seedrs a 5 milioni di sterline.

Lo scorso settembre, Seedrs ha pubblicato un report, “Portfolio Update”, progettato per aumentare la trasparenza delle prestazioni della piattaforma. Il rapporto mostra un IRR a livello di piattaforma del 12,02%, considerando tutte 577 offerte finanziate sulla piattaforma tra luglio 2012 e la fine del 2017. Se si includono entrambe le esenzioni fiscali, SEIS ed EIS, il rendimento balza al 26,42%.

Lascia un commento

avatar