Una calza “smart” italiana finanziata in crowdfunding premiata al CES di Los Angeles

Sensoria, una calza high tech, inventata da un team italiano e prodotta a Brescia, finanziata con overfunding su Indiegogo, ha ottenuto un ottimo successo al recente CES di Los Angeles.

 

Sensoira wearbale technology calza smart

Sensoria Fitness è una calza di tessuto tecnico, molto apprezzata dai runner, dotata di sensori tessili a pressione e di un dispositivo che trasmette i dati via bluetooth allo smartphone. Consente così di raccogliere i dati relativi alla postura che vengono poi elaborati in tempo reale dall’applicazione appositamente realizzata, in modo da avere informazioni addizionali per migliorare la propria tecnica di corsa.

Il progetto era stato finanziato nel 2013 con una campagna su Indiegogo che aveva raccolto $115.000 a fronte degli 87.000 previsti.

In seguito, nel luglio 2014, la società Heapsylon fondata da tre Italiani e basata a Seattle, ha raccolto $5 milioni, per una valutazione della società di $25 milioni.

Al CES di Los Angeles, Sensoria è stata premiata con l’Innovation Award nell’ambito della categoria wearable technolgies.

In un’intervista sul Corriere del Mezzogiorno, Mario Esposito, uno dei co-fondatori, ha dichiarato: “Per la produzione fu lanciata una campagna di crowdfunding attraverso il web. «Chiedevamo 80 mila dollari, ne abbiamo raccolti 115 mila vendendone 750 paia», racconta Esposito. Il successo ha attirato le attenzioni della rivista Time , che alla calza intelligente ha dedicato un articolo. Finora Heapsylon ha raccolto circa un milione di dollari. I legami con l’Italia però restano. Il calzino sarà realizzato da un’azienda di Brescia. E poi una maglietta intelligente, capace di monitorare il battito cardiaco e le calorie consumate, è stata progettata insieme a Comftech, startup nata al Politecnico di Milano.”

Lascia un commento

avatar