Universitiamo, primo crowdfunding universitario in Italia, conclude con successo le prime campagne

Le prime campagne di Universitiamo, prima piattaforma italiana di crowdfunding universitario, sono state un successo: 2 dei 4 progetti di ricerca hanno raggiunto o superato il target di €30.000

 

Crowdfunding università italiana pavia unipv

Lo scorso Dicembre l’Università di Pavia ha lanciato, Universitiamo, una piattaforma di crowdfunding dove chiunque può contribuire ai progetti dei ricercatori.

Si tratta della prima piattaforma italiana di crowdfunding universitario e di una delle prime al mondo. Ci ha provato l’Università di Stanford, che, tuttavia sta faticando ad approdare alla fase operativa. Nel Regno Unito il portale Hubbub spopola nel campo del finanziamento di progetti scolastici o legati al mondo del non profit ma si tratta di una piattaforma gestita da terzi. Solo il campus della Colorado Boulder ha varato una propria piattaforma durante la scorsa primavera.

Le prime campagne di Universitiamo, tutti progetti di ricerca promossi dai dipartimenti dell’Università, sono state un successo: due su quattro, infatti, hanno raggiunto l’obiettivo e una è addirittura in overfunding. Entrambe avevano un target di €30.000 che è stato raggiunto grazie a una media circa 400 donatori per campagna. La professoressa Ilaria Cabrini, responsabile della piattaforma e del fund raising di UniPV insieme alla Prof Arianna Arisi Rota, ci ha riferito che i backers sono soprattutto privati e aziende che in qualche modo hanno o hanno avuto a che fare con l’università o che provengono dal bacino imprenditoriale che gravita attorno alla Confindustria pavese.

I quattro progetti sono stati selezionati da un Advisory Board tra i ben 68 presentati. A partire dalla seconda metà di Marzo, ne verranno presentati altri quattro.

Il modello scelto è quello del reward: i finanziatori ricevono omaggi o piccole ricompense proporzionate all’entità della donazione ed è adottatta la formula “all or nothing” per cui i progetti per essere finanziati devono raggiungere l’80% del finanziamento desiderato.

La piattaforma è stata realizzata ad hoc dalla Digital Company Caffeina che si è occupata dello sviluppo della tecnologia e del design della piattaforma.

Lascia un commento

avatar