La campagna di equity crowdfunding della “fabbrica di startup” StartupGym Studio in overfunding dopo 24h

StartupGym Studio, creata da Enrico Pandian, ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su Crowdfundme a integrazione di un round da 1,5 milioni

 

StartupGym di Enrico Pandianlancia round di equity crowdfunding

 

StartupGym Studio srl, ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, attraverso lo SPV StartupGym Studio Holding Srl. La campagna è andata in overfunding in un solo giorno, arrivando a oltre 200 mila euro raccolti, di cui 100 mila euro investiti dal fondatore Enrico Pandian e gli altri 100 da 43 investitori. L’obiettivo minimo era di 100 mila euro, a fronte di una valutazione pre-money di 8 milioni, ma l’obiettivo target è di 750 mila euro, la metà di un aumento di capitale di 1,5 milioni di euro, laddove l’altra metà è allocata allocata a Family Office e investitori privati.

Lanciata dall’imprenditore e investitore seriale Enrico Pandian attraverso Startup Gym srl, che ne detiene l’80% del capitale, la società nasce per costruire da zero nuove imprese  sulla base di modelli già validati negli Stati Uniti, soprattutto aziende digitali basate su un software proprietarie, con un focus europeo sin dal primo giorno di attività. è una società che investe, affianca e crea nuove startup, importando modelli di business e futuri trend tecnologici in Europa, partendo dall’Italia. Non si tratta pertanto di un incubatore nè tantomeno di un fondo di Venture Capital, ma di un “produttore” di nuove startup.

Al fianco di Pandian nel capitale di StartupGym Studio, con il 10% ciascuno, ci sono poi il partner Giuseppe Balzano, che ha supportato la creazione di tre startup tra Italia e San Francisco, contribuendo sia allo sviluppo tecnologico sia a quello business/finanziario essendo stato uno sviluppatore full-stack prima di specializzarsi in ingegneria e finanza; il partner Tarek Fahmy, che ha lavorato per le più prestigiose Startup al mondo in Silicon Valley, Google e Facebook, per poi trascorrere 8 anni in Wish, come Senior Vice President del team di sviluppatori e di prodotto e altri membri del team.

Il primo progetto che ha sostenuto Startup Gym è Eoreka, crasi di Eureka e Horeca, un marketplace digitale B2B per hotel, ristoranti e bar, guidato da Stefano Raffaglio, attualmente general manager di Dolcitalia, il più grande distributore di dolci, cibo e bevande in Italia. Eoreka ha già raccolto l’interesse di fondi istituzionali e di importanti stakeholder.

Nel business plan si legge che “questo round seed da 1,5 milioni servirà per finanziare il runway dello Studio per i prossimi 24 mesi, coprirà le spese interne, i costi di lancio e validazione e gli stipendi del Team. Il round da 1,5 milioni è associato a un’ulteriore disponibilità finanziaria di 1,5 milioni resaci disponibile dai nostri investitori e da terzi, pronta per essere investita nelle prime tre startup nate nello Studio”.

Ogni anno verranno validati circa 20 MVP (prodotti test) con un team di 12 persone. Ogni progetto sarà impostato per favorire un’ottica early-exit, verso competitor esteri che vogliono espandersi in Europa. Le cessioni genereranno cassa, permettendo di autofinanziarsi e, in parte, di distribuire dividendi. L’obiettivo di quotare in Borsa Startup Gym nel giro di 3 anni.

Commenti chiusi