Il mercato delle criptovalute nel terzo trimestre si stabilizza e prospetta rilevanti possibilità di crescita

Nel Q3 2023, il corso delle principali criptovalute si è stabilizzato, ma le voci sull’approvazione della SEC per l’emissione di ETF su Bitcoin ne fanno impennare il corso

 

Criptovalute: analisi del mercato Q3 2023

 

A cura di Fabio Pezzotti CEO di Iconium Spa

Il terzo trimestre del 2023 è stato caratterizzato da una limitata volatilità nei mercati delle criptovalute, con i prezzi che sono tornati approssimativamente ai livelli visti alla fine del trimestre precedente.

Tuttavia, se allarghiamo la prospettiva all’intero anno, emerge un notevole rialzo dei valori di mercato delle criptovalute, segnando una marcata inversione rispetto al prolungato periodo di calo dei prezzi.

Bitcoin, Ethereum e Alt-coin

Alla fine di settembre, Bitcoin ha registrato una performance YTD del +63%, mentre Ethereum si è attestato intorno al +40%. La capitalizzazione totale di mercato, che all’inizio dell’anno era leggermente superiore a $0,8 trilioni, è salita a oltre $1,1 trilioni alla fine del terzo trimestre, segnando un aumento del 35%.

Se da un lato Bitcoin continua a dominare come l’asset migliore dell’anno, dall’altro è evidente il successo di molte altre criptovalute nel trimestre.

In particolare, l’attenzione si è concentrata sui Real-world assets (progetti che portano asset on-chain come obbligazioni, materie prime e investimenti immobiliari), sui trading bot utilizzabili tramite Telegram (come Unibot) e sui protocolli SocialFi (tra cui Friendtech), che cercano di coniugare finanza decentralizzata con le funzionalità tipiche dei social network.

Tuttavia, va notato che i volumi di scambio sulle Centralized Exchange sono in calo, con il terzo trimestre che ha segnato nuovi minimi, con una flessione del 20% rispetto al secondo trimestre. Questi ultimi tre mesi hanno quindi alternato periodi di stasi a brevi periodi di ripresa.

La SEC potrebbe approvare gli ETF su Bitcoin che fa un balzo in avanti

Al momento della stesura di questo rapporto, c’è un improvviso entusiasmo sul mercato delle criptovalute. Il prezzo di Bitcoin ha superato i $34.000, registrando un aumento del 25% nelle ultime tre settimane.

Questa performance ha oscurato l’ottimo recupero di Ethereum, che è cresciuto di circa l’8% nello stesso periodo, con un aumento quasi identico nella capitalizzazione delle alt-coin.

Ci sono diverse ragioni dietro a questa eccezionale performance di Bitcoin, tra cui la rinnovata fiducia degli investitori nell’approvazione, da parte della SEC, degli ETF su BTC e i recenti rumor sull’approvazione degli ETF su Bitcoin stanno generando pressione al rialzo su BTC.

Nel terzo trimestre, il mercato statunitense ha visto la presentazione di molte richieste per ETF spot e futures su Bitcoin ed Ethereum, dimostrando l’interesse delle istituzioni nel settore delle criptovalute.

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono strumenti finanziari accessibili a tutti, dal piccolo investitore al grande istituzionale, eliminando barriere come sicurezza e custodia e utilizzando le criptovalute come asset sottostante. BlackRock, Fidelity e altri giganti finanziari hanno fatto richiesta alla SEC, aprendo la possibilità di un mercato che potrebbe valere miliardi e influenzare positivamente il prezzo di Bitcoin.

Ci sono anche richieste per ETF su Ethereum, il che potrebbe portare a una crescita significativa di Ethereum dopo un periodo in cui è stato superato da Bitcoin.

In generale, si osserva che Bitcoin inizia la crescita, seguito da Ethereum, e poi le altre criptovalute e token entrano in un mercato rialzista con aumenti percentuali molto più elevati, dati le dimensioni dei progetti.

Andamento del Mercato

Il mese di luglio ha visto Bitcoin a $30.500 e una capitalizzazione totale di mercato crypto leggermente superiore a $1,2 trilioni.

Dalla seconda metà di agosto, Bitcoin è sceso a circa $26.000, rimanendo in un range ristretto prima di chiudere il trimestre a $27.000. Questo trend è stato riflesso nell’intero mercato, con la capitalizzazione totale scesa da $1,25 trilioni a inizio luglio a $1,1 trilioni alla fine del trimestre.

La dominanza di Bitcoin, ossia la percentuale della sua capitalizzazione rispetto al totale del mercato, è scesa dal 49,5% al 48,5%, con un punto percentuale in meno a favore di Ripple e di alcune alt-coin. Tuttavia, la recente performance di Bitcoin ha invertito questa tendenza, portando la sua dominanza oltre il 53%.

Al contrario, Ethereum ha registrato un trimestre negativo, scendendo dal suo valore iniziale di oltre $1.900 a chiudere a meno di $1.700, con una perdita dell’11%.

Considerazioni Finali

Nonostante il terzo trimestre non sia stato tra i più significativi in termini di performance di mercato, è stato caratterizzato da importanti eventi regolamentari, come la vittoria di Ripple in tribunale e le discussioni sull’approvazione degli ETF su Bitcoin ed Ethereum. Questi eventi hanno preparato il terreno per il rialzo recente di Bitcoin, con l’aspettativa di un annuncio imminente da parte della SEC.

L’arrivo degli ETF rappresenterebbe un passo significativo verso l’adozione delle criptovalute da parte delle istituzioni finanziarie.

L’obiettivo nei prossimi mesi sarà attrarre il capitale istituzionale per portare il settore delle criptovalute al prossimo livello. Inoltre, l’adozione di stablecoin come PYUSD da parte di giganti finanziari come PayPal potrebbe portare a una maggiore adozione delle criptovalute, anche tra gli utenti comuni.

Con la dominanza di Bitcoin che torna ai massimi livelli degli ultimi due anni e mezzo, ci si aspetta una possibile ripresa delle alt-coin, motivo per cui diversi investitori stanno riconsiderando le loro strategie di portafoglio.