Obiettivo massimo in 6 ore per una campagna di crowdfunding immobiliare sul portale italiano Walliance

Il progetto immobiliare Trento via Grazioli ha raggiunto in meno di un’ora l’obiettivo di 1,5 milioni di euro e in 6 ha raggiunto quello massimo di 3 milioni

 

walliance trento

 

Il progetto immobiliare Trento via Grazioli del Gruppo Mak a Trento, lanciato sulla piattaforma di equity crowdfunding immobiliare Walliance, ha raggiunto in meno di un’ora la raccolta obiettivo di 1,5 milioni di euro e nell’arco di 6 ore ha toccato il l’obiettivo massimo previsto, pari a 3 milioni di euro.

L’operazione, della durata stimata di 18 mesi, riguarda la realizzazione di un nuovo edificio residenziale situato al confine del centro storico di Trento e composto da 10 appartamenti dotati delle migliori innovazioni dal punto di vista energetico e di comfort. Il ROI totale stimato del progetto è del 17,25%, corrispondente all’11,5% su base annua.

Il Gruppo Mak è un’impresa trentina con cui ha Walliance già realizzato in passato diverse operazioni di successo, a Trento e Jesolo, che hanno fornito ROI annualizzati fino al 14,37%. Grazie al progetto Trento via Grazioli, sale a 33,5 milioni di euro il totale della raccolta effettuata dalla piattaforma italiana di equity crowdfunding immobiliare Walliance in meno di quattro anni di vita, per complessivi 25 progetti lanciati, di cui 5 già conclusi, restituendo agli investitori i rendimenti prospettati in fase di offerta.

Chi è Walliance

Walliance è una società italiana attiva nel crowdfunding immobiliare fondata nel 2017 dalla Bertoldi Holding di Giacomo e Gianluca Bertoldi, rispettivamente CEO e Chief Project Office. La holding è a capo dell’omonimo gruppo che, nato nella grande distribuzione (Giacomo e Gianluca sono nipoti del fondatore dei  Supermercati Orvea, oggi in società con Gruppo Poli), ha partecipazioni in real estate e startup. Walliance stata la prima piattaforma di equity crowdfunding ad aver ricevuto l’autorizzazione da Consob per la raccolta di capitali di rischio destinati a progetti immobiliari online, e si posiziona attualmente come realtà di riferimento per il mercato.

Ricordiamo che Walliance a fine dicembre 2020 ha effettuato la sua quinta exit: il gruppo AD Casa di Andrea Duranti ha infatti restituito ai soci un ritorno sull’investimento del 24% in 26 mesi, confermando la previsione iniziale del 2018 (si veda altro articolo di BeBeez).

Nel gennaio 2020 Walliance ha costituito Walliance France sas, al fine di operare sul mercato francese quale Conseiller en Investissement Participatif (CIP). La società ha ottenuto il 17 dicembre 2019 l’autorizzazione dalla competente autorità francese Autorité des Marchés Financiers (AMF), che il 20 dicembre scorso l’ha notificata all’Organisme pour le Registre Unique des Intermédiaires en Assurance, Banque et Finance (ORIAS), ai fini dell’iscrizione di Walliance France nel relativo registro.

Nel settembre 2019, Walliance ha annunciato la chiusura di un nuovo aumento di capitale pari a 1 milione di euro, riservato ad investitori privati che, in aggiunta al round precedente, ha portato la società a dotarsi di una cassa di circa 2 milioni di euro. Tra gli investitori del primo round, spiccano Trentino Invest, la joint-venture partecipata tra gli altri da La Finanziaria Trentina, Istituto di Sviluppo Atesino, Fondazione Caritro e Trentino Sviluppo.

Al secondo round, oltre ad alcuni investitori privati, ha partecipato anche Lago spa, società padovana che, con un fatturato di 35 milioni di euro e 25 milioni di contatti, realizza arredi di design made in Italy e progetta mobili modulari. I nuovi fondi saranno destinati alla prima fase dell’espansione europea, oltre che al consolidamento e all’espansione del mercato italiano.

Commenti chiusi