Al via cinque nuove campagne di crowdfunding selezionate da PostePay e Mastercard

Partite cinque nuove campagne di reward crowdfunding per progetti di fintech e innovazione digitale che saranno co-finanziati da PostePay

PostePay Crowd cinque nuove campagne reward crowdfunding

 

Dal caffè pagato all’app contro lo spreco alimentare, dalla piattaforma per il mercato del lusso con pagamento in criptovalute ai sistemi digitali per ordinare un drink al bar o per realizzare un piano di marketing comprensibile a tutti.

Sono questi i cinque progetti on line sulla piattaforma di reward crowdfunding Eppela dal 28 gennaio per la settima call di PostepayCrowd 2.0, l’iniziativa di PostePay Spa in collaborazione con MasterCard, per sostenere progetti di innovazione, fintech e trasformazione digitale.

Coloro che raggiungeranno il traguardo di raccolta prefissato nei 40 giorni di campagna, attraverso i contributi dei sostenitori, potranno accedere ad un cofinanziamento messo a disposizione dai mentor Poste Italiane e Mastercard per un importo massimo di 5mila euro per ciascun progetto. I progetti ritenuti particolarmente innovativi potranno essere selezionati per ricevere il sostegno di una campagna di comunicazione dal valore di 15mila euro.

Ecco i progetti nel dettaglio

4DrinkAPP

Stop alle file al bancone dei locali grazie ad un’app. Questa è l’idea di Pasquale, Salvatore e Nicola, tre giovani universitari che hanno deciso di rivoluzionare, grazie alla tecnologia, la movida. L’idea di fondo è semplice: evitare le code durante le ordinazioni grazie ad una applicazione per smartphone e tablet. Il cliente installa l’applicazione dove trova il menu dei drink offerti dal locale, ordina e attende che il barista prepari l’ordine per poi ritirarlo appena pronto. La raccolta, che ha un obiettivo di 4mila euro, servirà principalmente per le spese di sviluppo dell’applicazione.

Business Shuttle Pro

Un piano di marketing analitico, strategico e operativo, comprensibile a chiunque con schede e immagini, grazie ad un algoritmo. È l’idea del 38enne sardo Andrea Pinna, che con un team di cinque persone ha sviluppato Business Shuttle Pro. Grazie alle semplici risposte a un questionario gli imprenditori potranno ottenere un’analisi semplificata, ma dettagliata, della propria azienda. Il file, creato in 3 minuti dall’algoritmo, contiene oltre 140 pagine di testi e immagini. I fondi raccolti verranno utilizzati per mantenere aggiornati i dati di mercato, per potenziare il server di archiviazione e per mantenere basso il prezzo di mercato. L’obiettivo da raggiungere è di 10mila euro.

Caffè pagato

Offrire un caffè a distanza? Adesso si può. Sulla scia del successo ottenuto in Salento (3500 iscritti e 100 bar affiliati) gli imprenditori Alessandro Stasi e Francesco Fiorella vogliono estendere a tutta Italia l’esperienza di Caffè Pagato, la app che permette di condividere una tazzina con amici, parenti, conoscenti o con chiunque si voglia. Uno strumento che permette, oltre a socializzare a distanza, anche di attrarre nuovi clienti in maniera innovativa sfruttando la leva del marketing.

Il meccanismo è immediato: si selezionano la persona cui si vuole offrire un caffè e il numero di tazzine e si invia, anche con un messaggio personalizzato, l’invito. Chi lo riceve sceglie il locale affiliato dove consumare e genera il Qr code da mostrare alla cassa su smartphone e tablet. La raccolta, che ha l’obiettivo di raggiungere 10mila euro, ha l’obiettivo di estendere a tutto il territorio nazionale la possibilità di aderire a Caffè Pagato e di aumentare la funzionalità dell’app per renderla ancora più smart e più social.

Blockchain prestige

Nasce la prima piattaforma di compravendita di beni di lusso in criptovalute. Con Blockchain Prestige, il progetto della Crypto Balance Finance Ltd e della start up Cbf Italia Srl, sarà possibile acquistare in tutta sicurezza e on line macchine e case di lusso, gioielli, opere d’arte, yacht e metalli preziosi. Le transazioni saranno garantite dalle blockchain e avverranno in un click, come se si trattasse di un semplice acquisto su Amazon, o scannerizzando il Qr code generato da un’applicazione sullo smartphone. Con il vantaggio di avere costi di transazioni notevolmente inferiori e la pubblicità indotta dalla comunità bitcoin.
L’obiettivo di raccolta, per sviluppare la piattaforma, è di 5mila euro.

Digi Supply

Lo spreco alimentare si combatte anche con la tecnologia. L’idea è quella di Digi Supply, fondata dal giovane imprenditore Stefano Iannoccari, selezionata per il crowdfunding con l’obiettivo di raccogliere 5mila euro nei 40 giorni della campagna. I fondi serviranno per sviluppare un’applicazione per smartphone e tablet che servirà per gestire la dispensa e il frigorifero di casa. Leggendo i codici a barre dei prodotti o i Qr code l’applicazione registrerà tutti i prodotti acquistati e presenti in casa per creare un database categorizzato per genere, numero e scadenza. A quel punto l’applicazione sarà in grado di agire in maniera intelligente, segnalando quando un dato prodotto è finito o quando è in procinto di scadere. Per ogni articolo prelevato dalla dispensa, poi, verrà creata una lista della spesa elettronica da consultare quando si va al supermercato a fare gli acquisti, per evitare spese sbagliate.

Lascia un commento

avatar