Il P2P lending in Europa continentale sfiorerà i 5 miliardi di erogato nel 2019

Secondo uno studio di Brismo, il mercato europeo del lending crowdfunding crescerà del 50% arrivando ad erogare 4,9 miliardi di euro. Il ruolo crescente dell’Italia

 

Lending crowdfunding in Europa

 

Brismo, società inglese che fornisce dati sui mercati Fintech, prevede per il 2019 l’erogazione di € 4,9 miliardi di nuovi prestiti, pari a un aumento del 47,5% rispetto ai € 3,32 miliardi del 2018. Ancorché basata su una pura proiezione matematica dei dati, Brismo rileva che si tratterebbe di un rallentamento rispetto al ritmo frenetico della crescita negli ultimi anni, che nel 2018 ha avuto una crescita superiore al 90%.

I dati si riferiscono all’Europa Continentale, ad esclusione della Gran Bretagna, la quale nel 2018 aveva già superato la soglia dei 6 miliardi.

Osservando i dati per segmento, il lending immobiliare dovrebbe essere il leader in termini di crescita (+57%), sebbene con un erogato complessivo molto più limitato rispetto agli altri segmenti (€83 milioni).

Il P2P consumer lending, che continua ad essere di gran lunga il settore più ampio, con un erogato previsto di 3,7 miliardi, crescerà al secondo tasso più veloce, oltre il 50%. Meno del 100% di crescita registrata lo scorso anno, ma ancora molto elevato.

Il P2P business lending sarà il segmento più lento con una crescita del 26% anno su anno (nel 2018 era cresciuto del 29%), ma il terzo per dimensione, con un erogato oltre 400 milioni.

L’invoice trading crescerà invece del 45% con erogato complessivo di 658 milioni. Gran parte dei volumi di questo segmento, sono generati in Italia e Credimi è stata tra le piattaforme UE a più rapida crescita nel 2018 e quella cresciuta maggiormente nel segmento dell’invoice trading.

Lending crowdfunding in Europa dettagli

Le piattaforme di lending Italiane iniziano ad avere in effetti un peso rilevante, il 23% rispetto all’Europa continentale, dato che nel 2018 avevano erogato 763 milioni, con una crescita del 125%, superiore dunque al 90% complessivo dell’Europa. La composizione è tuttavia molto diversa rispetto all’UE, in quanto il peso del consumer lending è decisamente più basso, così come la sua crescita, mentre è preponderante quello dell’Invoice trading e, per quanto riguarda il business lending, la sua crescita nel 2018 è stata molto più elevata di quella europea (+86% vs. +29%).

Infine, riteniamo che la crescita nel 2019 possa essere più elevata di quella Europea, anche considerando il segmento del real estate lending, dal momento che sono state lanciate da pochi mesi le piattaforme Trusters e Rendimento Etico  e che altre verranno lanciate a breve (come Recrowd).

Commenti chiusi