In pieno agosto ben 4 round di equity crowdfunding hanno raccolto più di 500 mila euro

Due progetti immobiliari, una startup insurtech e una di artificial intelligence hanno raggiunto o superato i 500 mila euro con la propria campagna di equity crowdfunding

 

Equity Crowdfunding Agosto 4 campagna sopra 500k

 

Le vacanze non hanno fermato gli investimenti tramite equity crowdfunding, tanto che nelle settimane centrali, tipico periodo vacanziero, ben quattro round si sono chiusi con una raccolta superiore a 500 mila euro.

Si tratta di due progetti immobiliari lanciati sulla piattaforma di real estate crowdfunding Walliance, di Axieme, lanciata su 200Crowd e del secondo round di Userbot, lanciato su Mamacrowd.

Il progetto di recupero di un ex stabilimento di ceramiche a Laveno sul Lago Maggiore, lanciato su Walliance con un obiettivo di €500.000 si è concluso con una raccolta di oltre €670k. L’operazione complessiva ha previsto la realizzazione di diversi complessi a destinazione residenziale, un piccolo hotel a 4 stelle, una elegante villa, una sala destinata al pubblico utilizzo e offriva un ROI su base annua del 9,24%.

Ancora più eclatante il successo di un altro progetto immobiliare sempre su Walliance, quello di Milano North Loreto, una zona di Milano in via di riqualificazione. Il progetto, proposto da Lion Immobiliare, si pone come obiettivo la realizzazione di un complesso di 23 appartamenti, ricavati dalla riqualificazione di un ex impianto produttivo con cambio di destinazione d’uso. L’obiettivo minimo di raccolta era di €700 mila, ma nell’arco di sole 5 ore, non solo è stato superato, ma è anche stato raggiunto l’obiettivo massimo di 1,050 milioni. IN questo caso, la redditività attesa è di un ROI del 11,05% su base annua.

Sulla piattaforma 200Crowd si è invece chiuso con il raggiungimento dell’obiettivo massimo di raccolta il round di Axieme, una delle rare startup insurtech italiane. La promessa del servizio proposto dalla startup è rendere più equo il sistema assicurativo, facendo riacquistare fiducia negli assicurati, tramite il giveback: il rimborso di una parte del premio pagato se, alla scadenza della polizza, non sono avvenuti sinistri. La società, che aveva un obiettivo minimo di €150k ne ha raccolti 500 grazie a 125 investitori che, dunque, hanno investito in media circa €4.000, per una valutazione pre-money di €2 milioni.

Infine, la startup Userbot, che aveva già chiuso un round di equity crowdfunding nel Giugno dell’anno scroso su Crowdfundme (raccogliendo 200k), ne aveva lanciato un secondo su Mamacrowd a Maggio di quest’anno. In questo caso l’obiettivo minimo di €150k è stato ampiamente superato con una raccolta di poco inferiore ai 700k, grazie a oltre 270 investitori. La società ha sviluppato una piattaforma online basata su tecnologie proprietarie e brevettate di Artificial Intelligence in grado di automatizzare i processi aziendali, come Customer Service, Help Desk interno, Marketing Automation e Lead Generation. Poiché in questo round il mercato ha validato una valutazione di circa 6,7 milioni, i sottoscrittori del primo round hanno visto più che raddoppiare il valore delle proprie quote (la valutazione post-money dell’anno scorso era stata di 3,2 milioni).

Commenti chiusi