La campagna di crowdfunding #UnAiutoSubito per il terremoto supera €600 mila

La campagna promossa da Starteed TIM TGLa7 e Corriere supera €600mila e si appresta a superarne 700. Si tratta di un record assoluto per il crowdfunding solidale in Italia

 

UnAiutoSubito crowdfunding per terremoto italia record di raccolta

La campagna di crowdfunding promossa da Starteed, insieme a TIM, TG La7 e Corriere della Sera, ha superato i 600 mila euro e si appresta a raggiungerne 700, prima della chiusura prevista per il 26 ottobre. Il fatto, oltre ad essere una notizia confortante per chi ha subito il dramma del terremoto, costituisce anche un record per iniziative di solidarietà nel mondo e un record assoluto per le campagne di donation in Italia, dopo quella di DeRev a favore della ricostruzione della Città della Scienza di Napoli (quasi 1,5 milioni).

L’iniziativa era nata già nelle prime ore dopo il terribile evento quando molte persone avevano lamentato l’impossibilità di inviare denaro per le operazioni di soccorso e di ricostruzione attraverso un sistema più veloce e pratico di un bonifico.

In particolare, molti stranieri a cui non era possibile donare attraverso il 45500 (il numero solidale è raggiungibile solo da numerazioni italiane) o a cui vengono applicate importanti commissioni per fare bonifici esteri, hanno chiesto a gran voce una via alternativa per inviare il loro sostegno.

Con il crowdfunding si abbattono barriere geografiche, linguistiche e tecnologiche, grazie a nuove modalità di pagamento e alla possibilità di condividere via email o sui social la propria esperienza di donazione. Il crowdfunding, infatti, non solo può portare velocemente i fondi a destinazione, ma ne garantisce anche l’effettiva distribuzione e permette di aggiornare man mano tutti i sostenitori su come verranno impiegati.

Il comitato di Un aiuto subito, si legge nel sito della campagna, “si riunirà una volta chiusa la raccolta e deciderà, tenendo conto di diversi fattori (soldi raccolti, emergenze, priorità, validità o meno dei progetti individuati) come destinare i fondi. Al fine di garantire il miglior utilizzo delle donazioni raccolte attraverso questa campagna, sarà necessaria, infatti, una valutazione puntuale e rigorosa delle esigenze espresse dalle comunità locali con l’obiettivo di utilizzare i fondi in chiave strategica e di lungo periodo”.

La campagna di #UnAiutoSubito non è il primo esempio di crowdfunding a sostegno delle popolazioni colpite da terremoti, ma è diventata la più importante al mondo per raccolta, precedendo quella a favore del terremoto in Nepal (Nepal Earthquake Relief and Rehabilitation Fund) condotta su Generosity di Indiegogo che ha raccolto 476.045 $ da 5.075 sostenitori e quella ancora in corso a favore del terremoto in centro Italia (Italy Earthquake Relief Fund) su GlobalGiving che ha raccolto 167.566 $ da 1.826 sostenitori.

Claudio Bedino, CEO e fondatore di Starteed, afferma: “Considerando anche le campagne multiple, ovvero quelle che hanno più raccolte a favore di un unico obbiettivo, troviamo anche Nepal Earthquake Fund, sulla piattaforma Crowdrise, che ha raccolto 614.042 $ ma che siamo sicuri riusciremo a superare presto grazie alla generosità dei tanti sostenitori che ancora non hanno contribuito a #unaiutosubito”.

 

Lascia un commento

avatar