Mobilità elettrica ed equity crowdfunding: SM(Y) UMBRIA raccoglie 120k su WeAreStarting

La startup innovativa che ha lanciato il progetto Sustainable Mobility presso Umbria Green Festival, ha raccolto 120k con il contributo di 52 investitori

 

SMY Umbria successo equity crowdfunding WeAreStarting

SM(Y) Umbria, la startup innovativa che ha lanciato Sustainable Mobility Umbria, il primo progetto in Europa per la diffusione sociale partecipata e diretta di stazioni di ricarica per la mobilità elettrica gestite da chi le usa, ha raccolto 120 mila euro sulla piattaforma di equity crowdfunding WeAreStarting.it.

La neocostituita startup innovativa umbra con sede a Marsciano (PG), guidata da Massimiliano Braghin, CEO di Infintyhub S.p.A., e da Luciano Zepparelli, Amministratore di Techne  S.r.l., era stata lanciata a settembre in occasione della seconda edizione dell’Umbria Green Festival, con l’obiettivo di avviare una vera e propria “rivoluzione green” che partisse dal “cuore elettrico sostenibile” dell’Italia con l’installazione di una rete diffusa di 10 stazioni di ricarica per veicoli elettrici finanziate direttamente dai cittadini.

La raccolta di finanziamenti, aperta lo scorso 30 ottobre, si è conclusa con successo a quota 120 mila euro triplicando l’obiettivo di raccolta, fissato a 40 mila euro, e già raggiunto dopo soli 10 giorni dall’apertura.

Con i finanziamenti ricevuti, la società potrà ora acquistare e installare nella Regione Umbria un network di 10 stazioni di ricarica per auto elettriche.  Le dieci città dove saranno costruite le colonnine di SM(Y) Umbria sono: Marsciano (dove è già stata installata la prima colonnina) Assisi, Foligno e Perugia ove è in corso l’installazione e infine Castiglione del Lago, Città di Castello, Gubbio, Orvieto, Spoleto e Terni.

Gli investitori coinvolti nella campagna di SM(Y) Umbria sono stati 52 (38 persone fisiche e 14 società) e hanno investito importi che vanno da 200 a 45 mila euro con una media di circa 2.300 euro a investimento. L’età media degli investitori è stata di 46 anni. E non solo dall’Umbria: più dei due terzi degli investitori sono arrivati da altre Regioni.

In Italia sta crescendo il numero delle persone interessate a investire nell’economia reale e in particolare nel settore Green – ha sottolineato Carlo Allevi, Founder di WeAreStarting – lo dimostra il grande interesse dei moltissimi utenti testimoniato sia dai dati che dalle richieste di contatto che abbiamo ricevuto“.

Tra gli investitori emergono 14 società tra cui Pagine Sì! S.p.A., società italiana dell’editoria pubblicitaria, Heliopolis Development S.r.l., società trentina leader nella progettazione, gestione e sviluppo di infrastrutture e di soluzioni per l’efficientamento energetico ed Apifidi Centro Italia, fondo collettivo di garanzia fidi che opera da più di 30 anni nel territorio umbro e conta ad oggi oltre 2000 aziende aderenti.

É con grande soddisfazione che SM(Y) Umbria ha raggiunto la prima tappa regionale di un grande percorso di sostenibilità ambientale ed energetica nazionale – ha commentato Massimiliano Braghin, Presidente di SM(Y) Umbria e di Infinityhub SpA – Vogliamo costruire congiuntamente con le istituzioni, le aziende e i cittadini, l’infrastruttura tecnologica per la diffusione della mobilità elettrica e di altri progetti sostenibili nel nostro Paese. Ed è per questo lanceremo entro il 30 aprile le prossime due missioni: SM(Y) Veneto, ed Efficienc(Y) Sport, con il quale riqualificheremo energeticamente il più bel palazzetto dello sport dedicato alla pallavolo femminile (serie A) d’Italia”.

Lascia un commento

avatar