Nasce Trusters, prima piattaforma di Lending Crowdfunding immobiliare 100% italiana

La nuova piattaforma italiana di P2P lending immobiliare, forte della collaborazione con RE/Max, punta a chiudere 30 operazioni nel 2019 con rendimenti in 9 mesi

 

Trusters nuova piattaforma di P2P lending immobiliare

 

Trusters, nuova piattaforma italiana di lending crowdfunding immobiliare, è stata ufficialmente presentata nei giorni scorsi a Milano. La nuova piattaforma si aggiunge all’unico altro attore presente sul mercato italiano in questo segmento del mercato, la filiale italiana della spagnola Housers, e punta su qualità, efficienza e velocità del servizio, offrendo la possibilità di investire, in tante aree del Paese, in operazioni che si concludono e generano profitti a partire da 9 mesi.

Composta da un team di professionisti con elevata esperienza nel settore, Trusters avrà partner di prestigio, a cominciare da RE/MAX. Infatti si avvarrà dei servizi del gruppo immobiliare numero uno al mondo, presente in 100 nazioni e che in Italia conta oltre 400 agenzie e più di 3.300 consulenti immobiliari.

La piattaforma si rivolge sia ai piccoli investitori che possono prestare fondi a specifici progetti immobiliari a partire 100 euro, sia a professionisti del settore e ad attori istituzionali, dai costruttori alle agenzie immobiliari.

Trusters si differenzia dalla concorrenza per essere la prima piattaforma di lending crowdfunding del settore immobiliare 100% italiana – afferma Andrea Maffi, fondatore e Chief Operation Officer di Trusters Le opportunità di investimento proposte saranno sul suolo italiano, con particolare interesse alla città di Milano e del suo primo hinterland (almeno nella fase iniziale della piattaforma), con un orizzonte temporale molto breve, dai 9 ai 18 mesi. I nostri saranno, quindi, investimenti oltre che semplici, in operazioni immobiliari strutturalmente non complesse, anche molto veloci. Inoltre Trusters sarà l’unica piattaforma a vantare una partnership commerciale con un importante network immobiliare in franchising come RE/MAX Italia, forte della sua rete mondiale composta da oltre 8.000 agenzie immobiliari”.

Le prime proposte della piattaforma saranno immobili all’asta, cambi di destinazione d’uso, frazionamenti con ristrutturazioni e riqualificazioni nelle zone centrali e semi-centrali di Milano. Ma, in un prossimo futuro verranno presentati anche progetti immobiliari in altre città come Roma e Firenze oltre che in zone residenziali e turistiche.

L’investimento presuppone l’apertura di un conto di deposito Trusters (presso il partner Lemonway, agente di istituto di pagamento autorizzato dalla Banca di Francia) sul quale verrà accreditato anche il rendimento maturato da ciascun progetto, insieme al capitale investito, importi che potranno poi essere trasferiti sul proprio conto corrente con un click.

Trusters vuole arrivare a proporre 30 operazioni immobiliari nel primo anno di vita, per una raccolta totale di 3 milioni di euro” – dichiara Andrea Maffi – e ha intenzione di creare collaborazioni con un grande numero di agenzie immobiliari e avere il più alto tasso di restituzione rendimenti di tutto crowdfunding immobiliare. Crowdfunding che, secondo il nostro parere, nei prossimi anni passerà, in Italia e prima ancora in Europa, da strumento alternativo a sistema fondamentale di finanziamento del comparto immobiliare”.

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
più nuovi più vecchi
trackback

[…] piattaforma di lending crowdfunding immobiliare Trusters, presentata a metà Dicembre, ha lanciato e chiuso con successo la sua prima campagna di finanziamento, raccogliendo in pochi un […]