Orwell startup di realtà virtuale raccoglie 200k con equity crowdfunding su Opstart

La startup milanese ha raccolto il doppio dell’obiettivo iniziale nel suo round di equity crowdfunding su Opstart che supera così 1 milione di raccolta totale

 

 

Orwell successo equity crowdfunding su Opstart realtà virtuale

Pochi giorni dopo il successo della seconda campagna di Diferente, la piattaforma di equity crowdfunding Opstart mette a segno un altro colpo. Si è conclusa con successo anche la campagna di Orwell, startup innovativa milanese che opera nel settore della realtà virtuale.

Il round ha raggiunto il target massimo di raccolta, definito dalla delibera di aumento di capitale, raccogliendo €200.000, con un overfunding del 200% rispetto all’obiettivo iniziale di €100.000. I capitali provengono da 45 investitori, di cui 41 persone fisiche e 4 persone giuridiche.

Orwell VR produce contenuti 3d real time e software di realtà virtuale e i fondo raccolti con la campagna di equity crowdfunding verranno investiti per implementare diversi progetti, già in fase di sviluppo, tra cui la realizzazione del “virtual trade show”, la prima fiera in realtà virtuale al mondo che permetterà un’esperienza commerciale all’interno di un evento fieristico innovativo ambientato nella realtà virtuale.

La realtà virtuale è uno tra i settori tecnologici in più rapida crescita: secondo un’analisi di Goldman Sachs i ricavi derivanti da prodotti VR in generale, pari a 3,8 miliardi di dollari nel 2016, raggiungeranno nel 2025 gli 80 miliardi di dollari. Previsioni molto incoraggianti anche per i 45 investitori che hanno dato fiducia alla società.

Con Orwell, Opstart supera 1 milione di fondi raccolti a favore di un totale di 7 PMI e startup italiane, con una raccolta media di 154mila euro e 37 investitori a campagna.

Commenta

  • Iscriviti alla Newsletter settimanale di Crowdfunding Buzz