Parte il round di equity crowdfunding di Qaplà che aiuta la logistica degli eCommerce

Su Mamacrowd è partita la campagna di equity crowdfunding di Qaplà, startup toscana che ha realizzato un servizio per facilitare il direct marketing sulle consegne

 

Qaplà servizi logistici per ecommerce equity crowdfunding su Mamacrowd

Qaplà è un progetto nato nel 2013 per soddisfare l’esigenza di gestire al meglio le spedizioni in azienda e, in particolare, per il controllo nel post-spedizione ed intervenire tempestivamente in caso di problemi.

La startup ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd con l’obiettivo minimo di raccogliere €45.000 a fronte del 2,66% di equity, per una valutazione pre-money di €1,65 milioni (qui la nostra scheda sintetica).

A 24 ore dal lancio, la campagna ha già raccolto 9 adesioni per oltre 60 mila euro.

Partito dalla richiesta di un eCommerce di dare al proprio ufficio customer care uno strumento che permettesse di controllare velocemente le spedizioni su 3 corrieri diversi e di inviare ai clienti messaggi chiari sull’avanzamento della consegna, Qaplà si è arricchita di funzionalità, arrivando a gestire fino a 52 corrieri e conta 121 clienti Premium già attivi, tra cui ePrice, GLS, Rajapack, Gioiapura, Top Farmacia, Il giardino dei libri, Vino75 e Silvian Heach.

Qaplà permette di risparmiare tempo per le operazioni di customer service e di evitare parte dei costi dovuti alle giacenze dei prodotti bloccati nei magazzini dei corrieri e dei resi per mancate consegne.

Le comunicazioni ai clienti sullo stato di avanzamento della spedizione e la pagine di tracking personalizzate permettono di creare occasioni di business inserendo consigli per successivi acquisti, promozioni e possono essere utilizzate per altre attività di marketing e commerciali.

Questa caratteristica permette di avere maggiori introiti andando a ripagare più velocemente il costo del servizio.

I fondi raccolti saranno utilizzati al fine di sviluppare ulteriormente la piattaforma, espandere lo staff tecnico e aprire mercati esteri nei prossimi 12 mesi.

Lascia un commento

avatar