Partono le campagne dei 5 progetti selezionati per la Call for crowdfunding di BPER Banca

BPER Banca si affida al crowdfunding per promuovere 5 iniziative dedicate ad educare alla sostenibilità ragazzi e ragazze dai 13 ai 19 anni

 

BPER banca partono campagne crowdfunding 5 progetti

 

Parte oggi, con la raccolta fondi proposta attraverso la piattaforma “Produzioni dal basso”, la fase finale della prima Call for Crowdfunding di BPER Banca, relativa ad iniziative che prevedano percorsi di crescita con finalità di carattere sociale, culturale e di educazione alla sostenibilità rivolti a.

Tra i 150 progetti che hanno concorso, sono stati scelti i migliori cinque che accederanno alla fase finale della Call for crowdfunding. La commissione, formata da dipendenti della banca, consulenti e docenti universitari esperti in materia di crowdfunding e comunicazione, ha individuato i finalisti premiando qualità e originalità, capacità di comunicare, sostenibilità economica, impatti sociali e ambientali attesi e precedenti esperienze di crowdfunding.

I progetti sono visibili sul Network di BPER Banca su Produzioni dal Basso fino al 30 giugno data di termine delle rispettive campagne di crowdfunding. Chi raggiungerà almeno il 50% dell’obiettivo economico prefissato riceverà un contributo pari al rimanente 50% da BPER Banca, fino ad un importo massimo di 7.500 euro. Qualora al 30 giugno si sia raggiunto solo il 40% del budget, sarà comunque concesso un ulteriore mese di permanenza sulla piattaforma.

Questi in sintesi i cinque progetti e i relativi proponenti:

Circolare, please! – L’economia sostenibile a portata di mano è presentato dalla Cooperativa Sociale “La Lumaca” di Modena che, attraverso uno spettacolo teatrale e un concorso di idee, vuole avvicinare gli studenti delle scuole secondarie al tema dell’economia circolare, intesa come sistema dove gli scarti sono concepiti come nuove risorse.

G.P.S. – Giovani Pubblicisti Stranieri (crescono) – Con questo progetto, le associazioni “ParaTodos” e “Baobab Onlus” mirano a insegnare ai giovani come comunicare in modo efficace ed efficiente – soprattutto con l’utilizzo dei social media – attività, eventi e incontri legati al mondo dei migranti e della migrazione.

SONG senza barriere – E’ l’idea del coro “Manos Blancas” di Milano, che si prefigge l’obiettivo di coinvolgere bambini e ragazzi, anche quelli con particolari disabilità, in attività di tipo musicale.

Ricette golose per giovani chef – l’Ong “Helpcode Italia” di Genova propone la produzione e la diffusione di un prodotto editoriale multimediale indirizzato agli adolescenti e ai loro genitori, finalizzato a guidare i giovanissimi verso scelte alimentari sane, consapevoli e gustose. Il progetto vede il coinvolgimento dei ragazzi del laboratorio di cucina di Casa Arcobaleno di Scampia e la validazione dei dietisti dell’ospedale “Gaslini”.

L’associazione “Renken Onlus” ha elaborato alcuni percorsi educativi interculturali in co-progettazione con gli insegnanti di dieci classi delle scuole secondarie di secondo grado di Torino. I ragazzi lavoreranno fianco a fianco con le donne del collettivo “Ricette d’Africa”, cucinando e aprendosi alla conoscenza di un continente immenso e pieno di ricchezze.

Lascia un commento

avatar