Peer to peer lending: Prestiamoci dà il via alla prima cartolarizzazione di crediti personali

Prestiamoci Spa e Banca Valsabbina insieme per realizzare la prima operazione in Italia nel settore del P2P Lending per un valore di 25 milioni di euro

 

Prestiamoci cartolarizzazione prestiti tra privati banca val sabbina

 

Prestiamoci, storica piattaforma italiana di P2P lending tra privati, e Banca Valsabbina, banca popolare bresciana, hanno perfezionato un’operazione di cartolarizzazione derivante da un portafoglio di crediti personali, per un valore nominale complessivo di 25 milioni di euro.

Si tratta della prima operazione in Italia nel settore del P2P Lending relativa a prestiti personali nel settore consumer attraverso la cartolarizzazione di quote di prestiti.

La struttura dell’operazione prevede la cessione di crediti alla società veicolo P2P Lendit srl, costituita ai sensi della legge sulla cartolarizzazione, che finanzierà l’acquisto del portafoglio attraverso l’emissione di due classi di titoli “asset-backed” di tipo “fungible notes” e diverso grado di subordinazione.

Abbiamo concluso la prima operazione di cartolarizzazione italiana del settore P2P Lending consumer – spiega Daniele Loro, Amministratore Delegato di Prestiamoci S.p.A. – con l’obiettivo di diversificare le fonti di funding della società e affiancare investitori specializzati agli investitori non professionali del comparto retail. Prestiamoci partecipa all’operazione a fianco degli altri investitori confermando il proprio business model che prevede il mantenimento di un interesse diretto nei prestiti erogati con allineamento di interessi rispetto ai finanziatori. Questo potrà determinare scenari di crescita del settore P2P che permetteranno al mercato italiano di crescere al livello di altri mercati europei più evoluti”.

Prestiamoci rappresenta una delle piattaforme Fintech più innovative in Italia su cui avevamo focalizzato la nostra attenzione già da tempo – ha commentato Paolo Gesa, Direttore Business di Banca Valsabbina – e la partnership avviata rappresenta per Banca Valsabbina un’opportunità per consolidare la propria presenza nel settore del credito al consumo. Ciò è parte della nostra attenzione alla diversificazione del business, che è uno dei capisaldi della strategia a medio e lungo termine della Banca”.

Banca Valsabbina, che ha operato come lead investor, è stata affiancata da altri investitori professionali.

Prestiamoci, che sarà Master Servicer dell’operazione, oltre che da Banca Valsabbina, S.C.p.A., è stata assistita da Archè Advisor nella strutturazione dell’operazione.

Advisor Legale è lo studio internazionale Orrick, attraverso i partner Raul Ricozzi e Marco Zechini, coadiuvati dall’associate Marco Donadi.

130 finance srl avrà l’incarico di corporate servicer, mentre Bank of New York Mellon SA/NV – Milan branch sarà Paying Agent.

Lascia un commento

avatar