PostePay sostiene l’innovazione italiana. Presentate 4 iniziative di crowdfunding alla Maker Faire

Al maggior evento europeo per i “makers” PostePayCrowd ha presentato 4 prodotti italiani in crowdfunding su Eppela che co-finanzierà al 50% con il crowd

 

PostePayCrowd maker faire roma marketing e crowdfunding

Alla Maker Faire Europe 2016, che si è tenuta alla Fiera di Roma dal 14 al 16 ottobre, PostepayCrowd, il programma di crowdfunding di Postepay ed Eppela, piattaforma italiana di reward crowdfunding, ha presentato quattro progetti, 100% italiani, che hanno lanciato la propria campagna di crowdfunding il 14 ottobre. Per i prossimi 40 giorni le raccolte fondi sono aperte su Eppela, e prevedono il cofinanziamento di Postepay, erogato al raggiungimento della metà dell’obiettivo economico, che è fissato per tutte le campagne a 15mila euro. L’importo, se raccolto, servirà per avviare la produzione in larga e strutturata scala dei prodotti che, per ora, sono nella fase di prototipo.

Ecco i quattro prodotti presentati:

  • Remembrella è l’ombrello intelligente, o 2.0, collegabile allo smartphone grazie alla tecnologia integrata nel manico e in grado di fornire in tempo reale notifiche sulle previsioni meteo e l’allarme anti-perdita; è inoltre dotato di una piccola luce al LED che consente di illuminare anche le strade più buie ed è costituito da materiale di prima qualità che blocca il 99% dei raggi UV.
  • Cremetto è il meccanismo per ricaricare le capsule NESPRESSO™ e compatibili, direttamente a casa propria, con la miscela di caffè espresso preferita; le capsule Cremetto sono molto più facili da riciclare (a uso concimazione per esempio) ed ecosostenibili.
  • Hand è il sistema tascabile e a “tenuta di mano” per conservare e trasferire file, anche di grandi dimensioni, fuori di casa o ufficio, in completa sicurezza e velocità; è fornito di display touch incorporato e batteria interna che permette di ricaricare uno smartphone, alimentare un hard disk ed eseguire backup istantanei.
  • Charge&Ear è un caricatore da automobile con auricolare wireless integrato, che consente di effettuare chiamate, ascoltare musica e messaggi; è provvisto di tecnologia bluetooth 4.0, adatta al 99% dei dispositivi, DSP e cancellazione di eco e rumore ambientale.

I prodotti sono stati esposti nello stand di PostepayCrowd, accanto a un’altra tecnologia made in Italy che ha recentemente superato, con successo, la prova del crowdfunding, sempre con il supporto di Postepay: il visore di realtà virtuale Bobo VR, sistema tridimensionale che amplifica lo schermo del telefonino della startup italiana This Thesign.

Per il secondo anno consecutivo PostepayCrowd ha portato a Maker Faire il meglio dell’innovazione italiana, selezionando giovani e promettenti progetti, trasformandoli in punte di diamante dell’avanguardia digitale italiana ed europea – dichiara Fabio Simonelli, partner e CTO di Eppela – la collaborazione tra Eppela e Postepay sta producendo ottimi risultati e offre un valido contributo alla creatività e al saper fare tecnologico del nostro Paese”.

Il 2016 rappresenta il secondo anno di partnership del programma di crowdfunding del gruppo Poste Italiane con Maker Faire. Nell’ottica di sostegno e sviluppo alle attività maker, PostepayCrowd mira a stimolare la creatività italiana, in un ambito nel quale le possibilità di crescita, industrializzazione e sviluppo sono enormi.

Lascia un commento

avatar