Scatta il secondo round di progetti di crowdfunding sostenuti dal Comune di Milano

Partita su Eppela la seconda tornata di progetti civici che raggiungendo il 50% dell’obiettivo saranno finanziati dal Comune di Milano

 

Comune di Milano crowdfunding civico seconda tornata

E’ appena partita sulla piattaforma Eppela – e terminerà il 2 agosto– la seconda tornata dei progetti del crowdfundig civico del Comune di Milano, il primo esperimento pubblico italiano, su larga scala, di raccolta fondi per la realizzazione di progetti d’impresa, a carattere solidale,  partito lo scorso aprile per sostenere, nell’arco di 18 mesi, una ventina di iniziative di singoli e organizzazioni che incentiveranno l’avvio di processi di finanziamento “dal basso e condivisi”, con un contributo dell’Amministrazione comunale di 400mila euro.

Tra le quattro campagne della prima tornata, di cui abbiamo parlato a suo tempo, due hanno ampiamente superato il 50% dell’obiettivo e potranno così ottenere dal Comune di Milano quanto manca a completarlo.

Ecco invece nel dettaglio quali sono i progetti di questa seconda tornata:

– la prima casa sull’albero in uno spazio urbano, nel cuore del Parco di Trenno. Un luogo di socializzazione e sviluppo di idee, pensato dall’Associazione Mitades per dare ascolto e voce a sogni e bisogni di bambini, ragazzi, adulti e famiglie del quartiere;

Sicurezza d’argento, un servizio professionale di sicurezza, a distanza, non invasivo, attivo  24 ore su 24, tutti i giorni, dedicato ad anziani autosufficienti, ma potenzialmete fragili e soli in casa e svolto dagli operatori della coperativa Punto Service, per evidenziare e prevenire  l’evolversi di situazioni di potenziale pericolo,

-l’orto giardino di Quarto Oggiaro, nato, con il coordinamento delle Acli Milanesi, dal recupero di un vecchio parcheggio abbandonato. Uno spazio dove coltivare, seguendo la stagionalità,  scambare buone prassi di sostenibilità ed economia solidale, organizzare incontri e laboratori aperti e che ora vuole ampliarsi, soprattutto per ospitare i giochi dei bambini della zona.

Gallab, laboratorio di falegnameria e officina, nel Gallaratese (via Appennini), progettatto dal network cretivo Non Riservato, dove si potrà sistemare l’anta di un armadio, realizzare uno sgabello o  un boomerang, allungare un tavolo da cucina, o semplicemente stare in compagnia.

Le campagne di crowdfunding saranno online su Eppela fino al 2 agosto.

Lascia un commento

avatar