Al via la campagna di equity crowdfunding del “CFO virtuale” Yeap

La PMI innovativa YEAP, il cui software per le PMI è distribuito anche da IlSole24Ore, lancia una campagna sul portale BacktoWork che punta a una raccolta massima di 230 mila

 

Yeap lancia round di equity crowdfunding su Backtowork

 

Yeap, PMI innovativa nata per supportare le PMI con soluzioni “chiavi in mano” per la gestione del business plan e nel controllo di gestione, ha lanciato nei giorni scorsi una campagna di equity crowdfunding sul portale italiano BacktoWork. La società ha una valutazione pre-money di circa 1,3 milioni di euro, un obiettivo di raccolta minimo di 80 mila euro e massimo di 230 mila. La finalità della campagna di crowdfunding di Yeap è finanziare la strategia di sviluppo per consolidare il posizionamento sul territorio italiano, potenziare il branding e la strategia di marketing, aumentare l’organico, ampliare il ventaglio di servizi offerti e la rete di distribuzione commerciale, anche attraverso partnership con player strategici, in un segmento di mercato con significativi margini di crescita.

Il prodotto, il cui sviluppo è iniziato nel 2017, è stato lanciato nel corso del 2020, ma ha visto il suo vero lancio nel corso di quest’anno, con quasi 1.000 licenze vendute. La completezza e la semplicità d’uso del prodotto hanno infatti permesso a Yeap di stringere accordi distributivi con OPEN Dot Com, società di servizi per i Dottori Commercialisti, e con IlSole24Ore.

Andrea Zaccheo, CEO di Yeap, ha spiegato: “Come spesso accade Yeap nasce da un’esigenza di mercato che abbiamo vissuto personalmente; noi stessi nel cercare soluzioni in questo settore ci siamo trovati davanti a piattaforme Saas complete ma molto complesse che richiedevano più applicativi e la presenza di personale specializzato. Abbiamo, così, individuato un segmento di mercato scarsamente presidiato e iniziato a costruire la nostra offerta. Il riscontro da parte delle imprese italiane è stato molto positivo; attualmente abbiamo accordi distributivi con Il Sole 24 Ore e OPEN Dot Com, queste partnership ci consentiranno di superare le 1.000 licenze vendute nel 2021, più del triplo rispetto all’anno di lancio (febbraio 2020)”.

Chi è Yeap

Yeap è stata fondata nel 2018 da Andrea Zaccheo, Renato Guarneroli e Paolo Pedroni. La startup ha realizzato una piattaforma Saas che si posiziona come un vero e proprio CFO virtuale, consentendo alle aziende, in pochi click, attraverso un unico applicativo e senza particolari competenze specifiche, di integrare i dati storici con quelli previsionali, valutare i bilanci storici, elaborare e valutare i bilanci previsionali, definire il budget di breve termine e monitorare i consuntivi di periodo. Inoltre, permette di confrontare le proprie performance con quelle dei maggiori concorrenti.

Yeap è, inoltre, uno strumento pronto per supportare le aziende e i loro consulenti nell’implementare il Codice della crisi d’impresa, già parzialmente entrato in vigore e pienamente operativo dal dicembre 2023, alle cui norme si dovranno adeguare tutte le organizzazioni.

Yeap fa parte di Le Village by Crédit Agricole Milano, un “ecosistema aperto” che sostiene la crescita delle startup e accelera l’innovazione delle aziende, grazie alla sinergia e alla connessione tra grandi corporate, giovani imprese, investitori e il gruppo internazionale Crédit Agricole. Yeap prevede di chiudere il 2021 con ricavi per 85 mila euro, un ebitda di 1.167 euro, una perdita di 39 mila euro. Dal 2017 a oggi, la startup (oggi PMI innovativa) ha raccolto 511 mila euro che sono stati interamente investiti nello sviluppo del prodotto: aumenti di capitale dei soci (46 mila euro); finanziamenti soci (94 mila euro); strumenti finanziari partecipativi (150 mila euro); finanziamenti bancari (173 mila euro) e commissioni commericali per esclusiva (48 mila euro). I 511 mila euro

Commenti chiusi