L’italo-austriaca Cam.tv ha lanciato una STO per lo sviluppo di NFT dedicati a esercitare il diritto d’autore

La Security Token Offering della community Cam.tv offre diritti di partecipazione al proprio fatturato. I capitali raccolti finanzieranno lo sviluppo di NFT per il diritto d’autore

 

Cam.tv lancia security token offering

 

Cam.TV, social media italo-austriaco-estone basato su tecnologia blockchain ha lanciato una Security Token Offering (STO).

Cam.tv, prima Social Company europea basata su tecnologia blockchain e interamente GDPR-compliant, permette agli utenti di apprendere, condividere e promuovere informazioni e conoscenze su una piattaforma online e di monetizzare i propri contenuti direttamente su un unico canale e in forma disintermediata, attraverso donazioni in criptovaluta LKSCOIN e pagamenti sicuri, veloci e a basso costo. . A maggio 2021 la piattaforma contava un totale di oltre 400 mila iscritti, quasi 6 mila abbonati e un numero di transazioni pari a oltre 18 milioni.

I security token sono collocati da Digital Fastlane, società austriaca proprietaria di Cam.tv, e consistono in  diritti di partecipazione tokenizzati per un valore fino a 43.750.000 euro, suddivisi in un massimo di 35.000.000 di pezzi singoli del valore nominale di 1,25 euro ciascuno. I titoli tokenizzati danno un diritto di partecipazione al fatturato della piattaforma Cam.TV.

La raccolta di crowdfunding STO, che è partita il 2 giugno scorso e terminerà il 31 dicembre 2021, è regolata dall’autorità di vigilanza finanziaria austriaca FMA ed la prima del suo genere completamente conforme alle normative europee.

Il taglio minimo è pari a 800 pezzi, e gli investitori privati possono acquistarli direttamente online sulla piattaforma www.camtv.io. Dopo l’acquisto, i CAM Token potranno essere accreditati su qualsiasi tipologia di wallet che supporti token ERC-20. I titoli tokenizzati daranno, dal 2023, un diritto di partecipazione al fatturato della piattaforma Cam.TV.

I capitali raccolta attraverso la STO, verranno investiti, oltre che per accelerare lo sviluppo commerciale, per sviluppare un sistema di NFT (Not Fungible Token) dedicato ai diritti d’autore tale per cui i token rappresenteranno un certificato di autenticità crittografato legato ai contenuti dei Creators. Il Creator diviene così titolare unico del suo contenuto (è come un diritto d’autore) e può così condividerne il valore con la rivendita del copyright e la distribuzione di royalties.

Commenti chiusi