Galatea Biotech

Galatea Biotech

Descrizione

L’aumento della crescita della popolazione mondiale e il conseguente aumento delle richieste di energia e beni di consumo, principalmente ricavati da fonti fossili, sta portando al progressivo depauperamento delle risorse e al continuo aumento delle emissioni di anidride carbonica (CO2) in atmosfera. Questo ha evidenti e pesanti ricadute sul pianeta e sulla sua vivibilità, come il surriscaldamento globale e l’inquinamento. Basti pensare alle conseguenze della produzione e dell’utilizzo della plastica sull’ambiente e sulla vita di tutti noi, con circa 400 milioni di tonnellate prodotte all’anno, di cui solo un 20-25% viene riciclata, mentre il restante finisce nell’ambiente circostante.

È necessario ripensare i nostri sistemi di produzione, ponendo maggiore attenzione alla realizzazione di nuovi prodotti derivanti da risorse sostenibili e rinnovabili e di processi di produzione responsabili, con una maggiore consapevolezza del fine vita degli oggetti.

In tutte le attività umane la sostenibilità si sta imponendo come un obiettivo chiave e lo sarà sempre di più, portando necessariamente a un ripensamento dei sistemi di produzione, dando vita ad una nuova rivoluzione industriale (industria 5.0).

L’economia circolare, la biologia sintetica e le biotecnologie industriali sono gli strumenti per trovare una soluzione in questo epocale cambiamento.

Galatea Biotech partecipa a questa nuova rivoluzione industriale, attraverso l’applicazione dei principi di biologia sintetica e le biotecnologie industriali; l’obiettivo è promuovere la transizione da un’economia di tipo lineare a un’economia circolare per la produzione sostenibile di prodotti chimici di base o prodotti di chimica fine a partire da rifiuti e/o sottoprodotti agroindustriali.

Galatea Biotech è focalizzata principalmente sulla produzione di bioplastiche. Vengono definite tali tutte quelle plastiche che non derivano da fonti fossili e non sono contemporaneamente biodegradabili. Tuttavia, crediamo che le bioplastiche virtuose debbano necessariamente essere di origine rinnovabile e al contempo biodegradabili, come l’acido polilattico (PLA). Il PLA è una bioplastica ben conosciuta, sin dalla metà del secolo scorso, quando è stato realizzato e prodotto, inizialmente partendo da fonti fossili convertite nel monomero di base, ovvero l’acido lattico, e successivamente polimerizzato per via chimica in PLA.

Attualmente il PLA viene prodotto attraverso una modalità più sostenibile, partendo da fonti rinnovabili come biomasse, ma di origine edibile come mais o canna da zucchero, per produrre per via fermentativa l’acido lattico. Rimane, tuttavia, il passaggio di polimerizzazione a PLA per via chimica tradizionale.

Scheda

Tipo di SocietàPMI Inn.
SocietàGalatea Biotech
SettoreBiotech
Piattaforma (link al pitch)Opstart
Obiettivo di raccolta€ 74.500
Quota di capitale offerta2,4%
Valutazione pre-money€ 3.000.000
Rendimento (immob.)
Investimento minimo€1.000
Scadenza dell'offerta02-07-2021


Vai a tutte le campagne in corso >



Commenti chiusi