La startup HoSoleMio punta sulla crescita del Fotovoltaico in Italia e lancia un round di equity crowdfunding

Con il motto “Adotta 1 Kilowatt”, la startup Hosolemio  lancia un round di equity crowdfunding su Ecomill, per investire in impianti rinnovabili e Comunità Energetiche

 

Hosolemio lancia round equity crowdfunding su Ecomill

 

I dati del GSE rivelano che, al 31 dicembre, erano circa 1.225.000 gli impianti fotovoltaici installati in Italia, più 21% rispetto alla fine del 2021. Complessivamente, la potenza cumulata era di oltre 25 GW (in crescita dell’11%) e la produzione annuale nel 2022 è stata di 28,2 TWh (più 12,5% sul 2021).

Alla sfida di accelerare la transizione energetica anche attraverso una partecipazione più attiva e cosciente della popolazione, risponde Hosolemio, startup innovativa, focalizzata sulla realizzazione di impianti fotovoltaici su tutto il territorio nazionale, messi a servizio anche di nascenti Comunità Energetiche Rinnovabili (CER).

La campagna di equity crowdfunding

Attraverso lo slogan  “Adotta 1 Kilowatt”, la società ha lanciato una campagna di equity crowdfunding sul portale Ecomill (qui la nostra scheda su Crowd Monitor), che consente a chiunque di diventare protagonista della transizione energetica e ecologica in Italia.

Il primo round di raccolta sul portale Ecomill prima piattaforma italiana di crowdinvesting a favorire l’incontro tra domanda e offerta di capitali nei settori della transizione energetica e della sostenibilità, è partito il 14 Giugno e si chiuderà il 20 Luglio, con un obiettivo di raccolta di oltre 1M€ a supporto dello sviluppo della pipeline degli impianti di Hosolemio.

Ecomill” – spiega Chiara Candelise, CEO di Ecomill – “è costantemente impegnato nel supportare lo sviluppo di progetti che promuovono concretamente la transizione energetica, basati su modelli partecipativi. Hosolemio, da subito, è risultato in linea con i nostri valori ed i nostri obiettivi, oltre a rappresentare un’ottima opportunità di investimento, offrendo interessanti ritorni attesi ed opzioni di exit”.

Gli obiettivi di Hosolemio

L’obiettivo dell’azienda è quello di installare, nel corso degli anni, una serie di impianti fotovoltaici di diversa potenza, accomunati da un Business model simile e scalabile.

Hosolemio prevede infatti di installare, nel 2023, impianti per una potenza totale di 2 MWp, nel 2024 4 MWp e nel 2025 3 MWp, che forniranno il solco per lo sviluppo della Società.

Investendo nella startup sarà possibile diventare un vero e proprio “azionista” di progetti di impianti fotovoltaici costruiti sul territorio italiano.

Grazie ad un innovativo software basato su tecnologie IoT, Hosolemio l’investitore potrà anche monitorare la produttività dell’impianto in cui ha investito e potrà visualizzare in tempo reale il risparmio di CO2 direttamente correlato al proprio investimento.

Questa è vera e propria partecipazione alla transizione energetica, aperta a tutti, anche a chi non può permettersi un proprio impianto fotovoltaico domestico per disponibilità di spazi o capacità finanziaria.

Il modello di business e il ROI per gli investitori

Il modello di business di Hosolemio si fonda sull’ottenimento, da parte della Società stessa, del diritto di superficie (normalmente per 20 anni) sulle coperture di strutture commerciali e industriali, sulle quali Hosolemio costruirà l’impianto fotovoltaico, fornendo poi l’energia prodotta a km zero alle strutture sottostanti.

Nei casi in cui il modello implementato lo consentirà, Hosolemio faciliterà anche la costituzione di nuove Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) che, a fronte della massimizzazione dell’autoconsumo, godranno degli incentivi statali sull’energia condivisa.

Hosolemio beneficerà dunque di un flusso di ricavi certo, derivante sia dalla vendita dell’energia sia dall’ottenimento degli incentivi GSE e ARERA e i consumer che verranno coinvolti sul tutto il territorio nazionale per partecipare alle CER promosse da Hosolemio, a loro volta, beneficeranno dell’acquisto di energia a valori interessanti nonché di una quota degli incentivi.

Francesco Cecchi, Fondatore e Promotore del Progetto, sottolinea: “A rendere ancor più solida ed interessante l’offerta della startup Hosolemio, contribuisce un Team interdisciplinare di grande competenza tecnica ed un parterre di Partner Commerciali e Finanziari di grande rilievo quali ad esempio Sol Lucet Trading e Aquila Capital Holding Gmbh, oltre alla Società SunLink Srl, che si occupa di intelligenza artificiale e che garantisce l’innovazione all’interno di Hosolemio”.